01/02/2016          A Marzo    21:00
Cineforum Antonianum

Cineforum Antonianum


Continuano le grandi storie al Cineforum Antonianum, la storica istituzione padovana, che da 69 anni propone una selezione di film tra i migliori della stagione cinematografica appena trascorsa.


Chiude il mese di febbraio, 23 febbraio nella nella Sala 8 del Cinema Porto Astra, Belluscone – una storia siciliana di Franco Maresco, un viaggio “in solitaria” tra costume e politica, musica di piazza. Vincitore del Premio Speciale della Giuria Orizzonti alla 71 edizione del Festival di Venezia. Un’opera intelligente, ironica che racconta la storia di un film mai realizzato: il rapporto unico tra Berlusconi e la Sicilia, attraverso le disavventure di Ciccio Mira (impresario palermitano di cantanti neomelodici, organizzatore di feste di piazza, imperterrito sostenitore del Cavaliere e nostalgico della mafia di un tempo) e di due artisti della sua “scuderia”, Salvatore De Castro in arte Erik e Vittorio Ricciardi, che in cerca di successo decidono di esibirsi insieme nelle piazze palermitane con la canzone “Vorrei conoscere Berlusconi”.

Martedì 1 marzo sarà la volta del film Timbuktu del regista mauritano Abderrahmane Sissako. Il regista ci porta dentro una pagina di storia recentissima, così attuale e collegata a tante terribili cronache recenti, dalla strage di Parigi alla rivista Charlie Hebdo alle decapitazioni di ostaggi da parte dell’Isis. Nel 2012 Timbuktu, antica città del Mali, è stata occupata da jihadisti che hanno portato violenza e controllo assoluto sugli abitanti, fino alla liberazione da parte delle truppe francesi. Poco distante da questa città Kidane, Satima e la loro figlia Toya possono solo cogliere dei segnali di quanto accade in città. Il giorno in cui il loro pastore dodicenne si lascia sfuggire la mucca preferita che distrugge le reti di un pescatore nel fiume che scorre tra la sabbia, tutto però muta tragicamente. L’animale viene ucciso e Kidane non accetta il sopruso.

Una pellicola italiana I nostri ragazzi di Ivano de Matteo è in programma l’8 marzo. Dopo La bella gente e Gli equilibristi, Ivano De Matteo torna a indagare il microcosmo familiare, prendendo a soggetto l’alta borghesia romana. Due fratelli, opposti nel carattere come nelle scelte di vita, uno avvocato di grido ( Alessandro Gassman), l’altro (Luigi Lo Cascio) pediatra impegnato e le loro rispettive mogli (Giovanna Mezzogiorno e Barbora Bobulova) perennemente ostili l’una all’altra s’incontrano da anni, una volta al mese, in un ristorante di lusso, per rispettare una tradizione. Parlano di nulla. Fino a quando una sera delle videocamere di sicurezza riprendono una bravata dei rispettivi figli e l’equilibrio delle due famiglie va in frantumi. Come affronteranno due uomini, due famiglie tanto diverse, un evento tragico che li coinvolge così da vicino? Un film provocatorio, doloroso, liberamente ispirato al libro “La cena” di Herman Koch, che entra violentemente nella realtà della famiglia scardinandone le fondamenta.

E’ arrivata mia figlia di Anna Muylaert, film brasiliano sul conflitto sociale in un Brasile in via di trasformazione, contrapponendo due figure di madri, è in programma martedì 15 marzo. Una storia che ha conquistato pubblico e critica, presentato nella sezione Panorama del 65esimo Festival di Berlino, dove ha vinto il Premio C.I.C.A.E. e il Premio del pubblico, e al Sundance Film Festival, dove ha ricevuto il Premio Speciale della Giuria.
Val è una governante a tempo pieno che prende molto sul serio il suo lavoro. Ogni giorno è impeccabilmente al servizio dei suoi facoltosi datori di lavoro di San Paolo, e si occupa amorevolmente del loro figlio adolescente fin da quando era in fasce. Un giorno però l’ambiziosa figlia di Val, Jessica, arriva dalla città natale della donna per sostenere i test di ammissione all’università. La presenza di Jessica, giovane e sicura di sé, spezzerà il rigido equilibrio della casa e Val dovrà decidere cosa è disposta a sacrificare.

Come in un incontro di lotta libera, momenti di attesa e studio guardingo si alternano a strette prese emotive in Foxcatcher – Una storia americana di Bennett Miller, film di sport, follia e sangue in programma il 22 marzo ( in versione originale). Il regista statunitense (già autore di Truman Capote – A sangue freddo e L’arte di vincere) porta sul grande schermo un ritaglio di vite e cronaca vere: la carriera di Dave e Mark Schultz, fratelli lottatori americani entrambi oro olimpico, e l’uccisione di Dave, il maggiore dei due, da parte del miliardario americano John Eleuthère du Pont, suo mecenate e finanziatore, fondatore del team di lotta libera “Foxcatcher” e presunto amico.

Programma completo:
23 febbraio 2016
BELLUSCONE, UNA STORIA SICILIANA di Franco Maresco

1 marzo 2016
TIMBUKTU di Abderrahmane Sissako

8 marzo 2016
I NOSTRI RAGAZZI di Ivano De Matteo

15 marzo 2016
È ARRIVATA MIA FIGLIA di Anna Muylaert

22 marzo 2016
FOXCATCHER – UNA STORIA AMERICANA di Bennett Miller – in V.O.*

5 aprile 2016
LA STORIA DELLA PRINCIPESSA SPLENDENTE di Isao Takahata

12 aprile 2016
MOMMY di Xavier Dolan

19 aprile 2016
WHIPLASH di Damien Chazelle (USA 2014) Drammatico, 107 min. – in V.O.*

26 aprile 2016
THE STONE RIVER di Giovanni Donfrancesco

3 maggio 2016
Film a sorpresa

10 maggio 2016
VIZIO DI FORMA di Paul Thomas Anderson – in V.O.*

17 maggio 2016
THE TRIBE di Myroslav Slaboshpytskkiy

25 maggio 2016
GOING CLEAR: SCIENTOLOGY E LA PRIGIONE DELLA FEDE di Alex Gibney

31 maggio 2016
TAXI TEHERAN di Jafar Panahi

Fronte del Porto,     via S. Assunta 20, Padova

E' ancora possibile acquistare l'abbonamento per la stagione 2015-2016 ad un prezzo speciale €45 abbonamento intero; €20 abbonamento studenti (medie superiori e universitari – fino a 27 anni). Biglietto singolo €5

cineforumantonianum@gmail.com
www.cineforumantonianum.blogspot.com


Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

119 q 0,399 sec