6
             
Un solstizio d’estate all’ombra de “L’oliveto delle monache” e del parco di Villa Contarini

Un solstizio d’estate all’ombra de “L’oliveto delle monache” e del parco di Villa Contarini


TRA FESTA, TIFO, COCKTAIL LETTERARI E MUSICA: INCONTRI PROMOSSI DA DONNE IMPRESA COLDIRETTI


Primo grande evento in presenza

Un solstizio d’estate intenso per Coldiretti da Padova a Selvazzano e Piazzola sul Brenta con tre giorni di iniziative all’insegna della cultura, della tradizione, della festa, dello stare insieme, fino al tifo e alla gioia per i successi degli Azzurri contro il Galles.

Con la regìa di Donne Impresa Coldiretti Veneto e l’impegno organizzativo della federazione provinciale di Padova, proprio per cogliere l’emozione di una “prima volta”, finalmente una serie di eventi, tutti con grande partecipazione, di giovani, donne e tanti cittadini in presenza, dopo mesi e mesi di clausura. Rispettando sempre con grande attenzione tutte le misure anti Covid-19.

A cominciare da Selvazzano Dentro, alle porte di Padova dove ospiti della dinamica sindaca Giovanna Rossi, è cominciato il tour nazionale di un elegante scrittore siciliano, Nunzio Primavera, un uomo di Coldiretti “a tutto tondo” che ha presentato nel bel cortile-incontri di Palazzo Maestri il suo libro “L’oliveto delle monache”, intervistato dalla giornalista Stefania Mastellaro. Una storia di donne, suore che insieme ad alcune ragazze mettono in piedi un’impresa nel campo dell’olivicoltura, ma anche impegnata per la realizzazione di abiti da sposa molto speciali, per la produzione nella farmacia del monastero della Madonnella del Monte di medicinali officinali estraendo le essenze prodigiose delle piante del giardino dei semplici. Un gruppo di donne consacrate e laiche che in un momento di crisi trovavano la forza per reagire cogliendo le opportunità offerte dalla multifunzionalità dell’agricoltura. Una storia di donne che con fantasia e capacità diventano imprenditrici e dopo un cammino di emancipazione sono il vero traino del cambiamento della società in cui vivono.

Nel secondo momento del fine settimana di anticipazione dell’estate, sempre di carattere letterario, la presentazione al Mercato coperto di Campagna Amica di Padova del libro di Nunzio Primavera, ha trovato in suor Francesca Forese responsabile della Pastorale sociale della diocesi di Padova una attenta sottolineatrice dei valori che il romanzo propone. A partire da quelli che suor Francesca ha definito “gli ingredienti per realizzare la pace sociale e il bene comune che papa Francesco propone nell’enciclica Evangelii Gaudium”. Un racconto che evidenzia due modi diversi e contrapposti di concepire lo sviluppo: da una parte lo sviluppo e la speculazione, dall’altra la cura e la valorizzazione. Ma l’altro aspetto del romanzo evidenziato da suor Forese è il rapporto intergenerazionale basato sull’ascolto reciproco. Infine la storia ha una conclusione vincente e positiva favorita dall’alleanza, perché agendo da soli spesso si sbaglia e ci si mette nei guai, e dalla competenza, unita alla saggezza, alla quale bisogna avere l’umiltà di fare ricorso rivolgendosi a chi sa sempre cosa sia meglio fare (in questo caso i servizi della Coldiretti) nelle situazioni più difficili.

A Piazzola sul Brenta domenica in tanti hanno aspettato il solstizio d’estate insieme ai giovani ed alle donne di Coldiretti Padova alla prima “Festa d’Estate” nel verde dei giardini di Villa Contarini, un evento per tendere la mano al mondo dello spettacolo testimoniando così la ripresa delle attività e l’avvio di una nuova stagione.

Un pomeriggio e una serata tra musica dal vivo, picnic con gli agribag degli agricoltori e solidarietà a favore del Cuamm Medici con l’Africa al quale sono andati i proventi della manifestazione e della vendita degli speciali cuscini “Solo dal Cuore” realizzati dalle agrisarte venete proprio per sostenere le attività del Cuamm per le mamme e i bambini. Sul palcoscenico la cantante Chiara Luppi, applaudita insieme alla TrioToP Band che ha animato egregiamente la serata fino all’inizio della partita degli Europei di Calcio Italia-Galles, seguita da centinaia di persone, e poi spazio ancora alla musica con il gruppo padovano Beat Regeneration.

Il grande prato del parco di Villa Contarini si è riempito di un mare di teli colorati, in vero stile “Agri-Woodstock” a contatto con la natura e i buoni prodotti che Coldiretti e i suoi partner hanno messo a disposizione, come il gelato, la frutta, la birra, i popcorn e chi più ne ha più ne metta, per giungere alla cena con le organizzatissime Agri-Bag da gustare sul prato come un vero picnic. Fondamentale l’appoggio del Comune di Piazzola sul Brenta, che ha patrocinato e collaborato attivamente la festa, e della Regione Veneto, proprietaria di Villa Contarini.

Share




Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

136 q 1,830 sec