6
             
Panetthòn 2019

Panetthòn 2019


Finale del concorso Panetthòn 2019!


È il panettone di Pasticceria Le Sablon il migliore del Veneto E’ stata la pasticceria Le Sablon di Padova ad aggiudicarsi la quarta edizione di Panetthòn, la sfida solidale tra i migliori panettoni artigianali del Veneto. La finale si è disputata Mercoledì 4 dicembre nella storica sala Rossini del Caffè Pedrocchi di Padova. Al secondo posto Merry Day, medaglia di bronzo invece per Il Chiosco.
38 in totale i maestri pasticceri di tutto il Veneto che hanno deciso di mettersi in gioco partecipando al singolare concorso ideato da Daniele Gaudioso, medico oculista padovano e accademico della cucina.
La giuria – composta da esperti del settore e giornalisti enogastronomici – ne ha selezionati 12, nel corso di una degustazione rigorosamente alla cieca avvenuta domenica 24 novembre.
Ecco l’elenco degli artigiani che hanno partecipato alla serata finale:
Gardellin, L’arte della pasticceria, Bacelle, Le Sablon, Merryday e Celso per la provincia di Padova; Milady per la provincia di Venezia; Saporè, Lorenzetti, Panificio Antichi sapori e Infermentum per la provincia di verona; il Chiosco di Lonigo per la provincia di Vicenza.
Da sempre al concorso sono ammessi solo panettoni rigorosamente privi di emulsionanti, conservanti, mono e digliceridi degli acidi grassi (quelli classificati come E471) e di tutti quegli additivi che vengono usati per una conservazione più lunga nel tempo dei prodotti alimentari.
Panettoni classici, con uvetta e canditi, prodotti con materie prime di altissima qualità, che hanno una durata limitata ma che in cambio presentano una bontà senza paragoni.
Una vetrina di qualità e di rigore nel rispetto dei valori tradizionali e salutistici del prodotto “panettone”.
A decretare il Panettone più buono del Veneto, in aggiunta alle votazioni della giuria tecnica, anche il voto di una giuria popolare, composta dai golosi gourmet presenti al Pedrocchi, chiamati anche loro a valutare – sempre alla cieca – i 12 panettoni finalisti.
L’etichetta “solidale” definisce le finalità benefiche dell’inziativa, il cui ricavato è stato destinato ai progetti della Onlus padovana “Amici di Adamitullo” che da dieci anni in Etiopia garantisce il sostegno alle attività scolastiche ed educative di circa mille bambini e adolescenti frequentanti la Missione salesiana di Adamitullo, piccolo paese a tre ore di auto dalla capitale Addis Abeba.

Questi i componenti della giuria tecnica: il sommelier Angelo Sabbadin, il maestro pasticcere Dario Loison, l’accademico della cucina Daniele Gaudioso, Claudia Stefani di Cookdigusto, il libero gourmet Federico Menetto, i giornalisti Paolo Brinis, Antonio Di Lorenzo, Renato Malaman e Antonino Padovese, Marco Mintrone di Idea Food &Beverage, Silvio Mason della Gastronomia Al Carmine di Padova.

Share




Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

124 q 0,378 sec