6
Dal 9 marzo al 6 aprile   
Padova Fotografia Festival 2013

Padova Fotografia Festival 2013


L'ottava arte alla conquista della vecchio nodo stradale che va da Porta Molino a via XX settembre. 46 mostre, workshop, incontri


Il primo festival fotografico indipendente della città di Padova, il Padova Fotografia Festival, garantisce, dal 9 marzo al 6 aprile, un’offerta culturale veramente notevole con le sue 46 mostre, gli 8 workshop, i 9 incontri e le 5 presentazioni.
Andrea Colasio, assessore alla Cultura, si dichiara soddisfatto dell’iniziativa, «l’amministrazione comunale non deve solo ideare, ma anche moltiplicare la capacità progettuale delle associazioni». La collaborazione tra il Comune di Padova, il Progetto Giovani e l’associazione culturale Sabspace si è rivelata particolarmente proficua, arrivando a creare «un’osmosi che restituisce alla città parte integrante della stessa».
Il Festival avrà come tema l’analisi del rapporto tra l’individuo e la società, Alone Inside. Through the Society e si configurerà come una vera e propria ‘sintesi geografica’, arrivando a occupare diversi spazi della città lungo la via romana, da Porta Molino a via XX settembre.
«Sono cinque anni che l’associazione Sabspace – spiega Marco Monari – percorre il valore storico dell’arte contemporanea. La nostra sede operativa, Palazzo Savonarola, diventerà nei prossimi giorni il nodo centrale di una realtà fotografica che getterà le sue reti all’interno della città».
Due cicli di mostre fotografiche, dal 9 al 22 marzo e dal 23 marzo al 6 aprile, per un totale di 46 esposizioni, animerà gli stessi punti di ritrovo: come se non bastasse, il medium fotografico troverà un efficace apparato interpretativo nella parte cosiddetta didattica, con workshop, incontri, presentazioni.
«Il confronto con il mondo della fotografia è aperto a collaborazioni importanti: approfondimenti di notevole pregnanza sono stati studiati insieme al Festival di Fotografia Europea di Reggio Emilia e alla Casa dei Tre Oci di Venezia».
Non mancherà lo spazio riservato ai giovani: «la riflessione sui processi di rigenerazione urbana troverà nuovi circuiti espositivi in tre negozi sfitti in via Dante e in via dei Santi Martino e Solferino, esclusivamente riservati a fotografi under 35 – spiega Stefania Schiavon, coordinatrice dell’area creatività di Progetto Giovani – un progetto, il Dante 1001, in collaborazione con il Gai (Giovani artisti italiani) che punta a rivalorizzare zone della città inutilizzate e a dare spazio a giovani talenti emergenti».
Chi vorrà, inoltre, sabato 16 marzo dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.30, potrà sottoporre la lettura del proprio portfolio a tre esperti del settore, Giulia Soave, Raffaele Vertaldi e Irene Alison, «per un esame critico e analitico».
L’associazione culturale Sabspace darà il benvenuto al pubblico sabato 9 marzo alle ore 18 a Palazzo Savonarola in via Dante e l’ospitalità del festival padovano si concretizzerà anche con l’intervento di artisti d’oltralpe, in una rosa di nomi notevoli quali Carlo Bevilacqua, Aldo Sodoma, Valentina Vannicola.
L’assessore Colasio si dice stupito dei numeri, ma «ne siamo stupiti anche noi – afferma Marco Monari – abbiamo già dovuto chiudere le prenotazioni di alcuni workshop per il numero altissimo di richieste pervenuteci». La sinergia che si è creata con i social network è stata ottima, il sito del Festival ha un paio di migliaia di accessi ogni giorno: «ci sarà anche un contest online dal titolo ‘La fotografia è arte’, in collaborazione con Vescovi Caffè», in cui verranno selezionati 15 vincitori che dovranno sviluppare un lavoro tematico.
Il mondo dell’editoria parteciperà attivamente al Festival: la libreria La Forma del Libro si occuperà di creare un “corner” dedicato ai libri di fotografia e di ospitare incontri a tema.
Un evento nella città, per la città, con la città, un modo originale di riscoprire Padova.
Per info: info@padovafotografia.it tel. 049 0962868
www.padovafotografia.it

Camilla Bottin

Share


Potrebbero interessarti anche

  • Lavorare con la pet therapy

    Lavorare con la pet therapy

    Progetto Giovani realizza l’incontro “Lavorare con la pet therapy“, in collaborazione con La Melagrana.
  • Volontari si diventa

    Volontari si diventa

    L' ufficio Progetto Giovani del Comune di Padova organizza “Volontari si diventa“, il primo incontro del nuovo ciclo dedicato al volontariato.
  • Cate, io

    Cate, io

    In occasione della rassegna 'Da giovani promesse a soliti stronzi, per finire venerati maestri' organizzata da Progetto Giovani incontro con Matteo Cellini. Interviene P. Vergot.
  • Incontro con Vincenzo Latronico

    Incontro con Vincenzo Latronico

    Per la rassegna 'Da giovani promesse a soliti stronzi, per finire venerati maestri, Vincenzo Latronico, insieme a Neira Mercep, presenta il libro 'Narciso nelle colonie'.


147 q 0,906 sec