48
L’acceleratore womenpower che spinge le startup in Europa e nel mondo   
Nuovi Traguardi per NAStartUp

Nuovi Traguardi per NAStartUp


Per stare dalla parte delle donne, difenderle o meglio prevenendo situazioni di difficoltà è fare in modo che le donne possano essere innovatrici, indipendenti e imprenditrici. Più opportunità e pari opportunità nel mondo del lavoro Brigida Ardolino


La creazione di un network internazionale per le nostre startup è una sfida decisiva per portare il nostro ecosistema a fare un salto di qualità.

“Quando sono entrata in NAStartUp mi ha colpito proprio la vocazione internazionale del progetto e la capacità di creare connessioni per le startup protagoniste anche al di fuori dei propri confini. Pensiamo che bisogna lavorare a monte per permettere alle nostre innovazioni abbiano successo oltre confine, creando relazioni alle startup, fin dai primi anni della loro vita, con partner ed ecosistemi internazionali e svilupperemo sempre più programmi ed idee lungo questa direzione”, ha spiegato ieri Brigida Ardolino, tra le acceleratrici del progetto, insieme a Barbara Feluca tra le Advisor e a tante donne.

Su questo fronte, si sta riversando l’impegno di NAStartUp, la community che accelera l’innovazione in modo civico e gratuito. In occasione di Startup Play, l’evento mensile che si è tenuto ieri, Antonio Prigiobbo, il founder del progetto ha raccontato nei dettagli le due iniziative internazionali in cui NAStartUp è coinvolta.

La prima è Startup Universe, progetto voluto e patrocinato dalla Commissione Europea, che vede nascere da Atene un primo programma europeo per le startup: l’idea è offrire corsi e opportunità di networking ai founder delle startup del Vecchio Continente. La seconda è partecipazione di NAStartUp al report The Triumph of Innovation, la cui pubblicazione sarà presentata ai primi di dicembre durante il World Expo Dubai. L’iniziativa è organizzata da Ubi Global, ente che ha già premiato NAStartUp come uno dei 3 miglior programma di accelerazione in Europa:

Donne, Mamme, Imprenditrice, Chiacchiere con Unicorni a Read(y)Innovation

Sesto appuntamento anche per la rubrica Read(y)Innovation, coordinata dal giornalista e imprenditore, Giancarlo Donadio, che racconta autori e libri di innovazione. Protagonista di questo appuntamento è stata Eliana Salvi, digital entrepreneur (è la fondatrice di Cosmic, agenzia verticale sui video brevi). ex TikTok Italia (Brand Partnerships Fashion, Luxury, Retail) e autrice del libro “Donne, Mamme, Imprenditrice, Chiacchiere con Unicorni”. Nel suo intervento, ha offerto consigli a donne che vogliono mettere in piedi dei business innovativi e ha parlato delle nuove frontiere di comunicazione per startup e brand che vogliono usare al meglio TikTok.

Startup, idee nell’automation e nella sostenibilità
Come abitudine del progetto, ogni mese con Play sono presentati al pubblico della community, che oggi può contare su più di 8mila membri, dei nuovi progetti di innovazione.

Intelligenza artificiale, data processing e benessere psicofisico sono state alcune delle keyword per orientarsi nell’universo delle startup che hanno presentato le loro innovazioni. Il benessere psicofisico è al centro dell’idea di Enrica La Palombara da Napoli. La sua ELPsenzaH è una piattaforma online che unisce psicologi, psicoterapeuti, nutrizionisti, istruttori di yoga, life coach e mental coach, allo scopo di diffondere un approccio olistico al benessere psicofisico.

Dal benessere ai viaggi. Giorgio Motti da Da Nang, Vietnam ha raccontato la sua Canitravel, un’idea nata in Asia che, attraverso il data processing, ambisce a semplificare l’esperienza di viaggio dei passeggeri.

Un’altra keyword dell’evento risiede nella parola semplificazione. Ed è proprio a questo che punta Antonio Clemente da Milano con la sua HB5 che semplifica la vita all’aziende, attraverso delle API ufficiali Whatsapp Business che favoriscono l’engagement con gli utenti e le vendite.

Minox, è l’idea presentata da Michele Carbotti di Bari, il quale ha ideato un dispositivo che separa rifiuti civili e industriali, tramite un algoritmo di intelligenza artificiale che riconosce “il suono” dei materiali.

Share
Per rivivere la puntata qui il link: www.nastartup.it/play

www.nastartup.it/play


Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

119 q 0,174 sec