6
             
L’Orlando Gustoso: un contest tra cucina e letteratura

L’Orlando Gustoso: un contest tra cucina e letteratura


Gli allievi dell’Istituto Superiore per il Made in Italy ai fornelli per creare ricette ispirate al poema dell’Ariosto


Cinque gruppi formati da giovani chef, cinque piatti e cinque diverse rappresentazioni dal punto di vista enogastronomico dell’opera letteraria “Orlando Furioso”. Si è concluso l’ultimo giorno di scuola, prima delle festività natalizie, il contest “L’Orlando Gustoso” durante il quale gli allievi di classe 4^ dell’Istituto Superiore per il Made in Italy, l’Alberghiero paritario di Noventa Padovana, hanno presentato i piatti nati dalle suggestioni del poema cavalleresco di Ludovico Ariosto.

Dopo la spiegazione dell’opera da parte del professore di Italiano, i giovani chef divisi in gruppi si sono ispirati alle vicende del noto poema di Ariosto per creare delle ricette ricche di allusioni e reinventando piatti con richiami all’ “Orlando Furioso”. Un’occasione importante per i futuri ristoratoti che hanno avuto la possibilità di mettersi in gioco mixando le conoscenze apprese a scuola e la giusta dose di immaginazione.

“Questo è un progetto importante – dichiara Emanuele Apostolidis, Coordinatore Didattico dell’Istituto Superiore per il Made in Italy – perché fa capire ai ragazzi l’importanza della creatività e dell’impegno, oltre che avergli dato l’opportunità di appassionarsi ad un’opera che avrebbero forse odiato leggendola solo su un libro di testo! Tutti ci hanno messo grande impegno e dedizione. E’ stato un modo per stimolarli, in un periodo in cui non si sente che parlare di restrizioni abbiamo voluto invece lasciare i ragazzi liberi di creare, osare e sognare. Grazie a i docenti Pierangelo Cazzin e Samuele Michieletto per la parte pratica, Bottecchia e Friso per la parte culturale-scientifica i ragazzi sono riusciti a realizzare un reale connubio tra materie teoriche e pratiche.”

Una giuria di tutto rispetto, composta da Franco Tomasi, docente di lettere all’Università degli Studi di Padova, l’archivista dell’Ospedale ai Colli Maria Cristina Zanardi e lo chef Samuele Beccaro hanno decretato il piatto vincitore “Nuvole di pane dolce su terra alla vaniglia con salsa yogurt”, elaborato dagli studenti Berti Gabriele, Calzoni Gabriele, Businaro Vittorio e Donà Beatrice. Un piatto decisamente curioso dove le nuvole di pane richiamano il viaggio sulla luna del protagonista e il colore bianco della salsa yogurt rappresenta il terreno lunare.

Share




Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

133 q 0,143 sec