4
  21/09/2019            10:00
La danza incontra la città: Spaziodanza apre il sipario

La danza incontra la città: Spaziodanza apre il sipario


Sabato 21 settembre, a partire dalle 10.00 fino a sera, la Scuola professionale di Balletto Spaziodanza aprirà al pubblico le porte della sua sede in via Riello con un intenso programma all’insegna della danza e della cultura per far conoscere le sue attività rivolte alla città, attraverso lezioni aperte e gratuite, conferenze, mostre e Djset.


Passione ed entusiasmo sono il motore che da oltre trent’anni muove la Scuola professionale di Balletto Spaziodanza nella promozione dell’arte coreutica non solo come disciplina artistica ma come forma di espressione creativa, momento di coinvolgimento e di condivisione.

Diretta da Laura Pulin e Antonella Schiavon con Eleonora de Logu come responsabile organizzativa, Spaziodanza ha nel corso degli anni organizzato corsi di danza classica di tutti i livelli a partire dai bambini di 3 anni fino ai corsi di avviamento professionale rivolti a danzatori che desiderano accedere ad accademie e compagnie in Italia e all’estero. Ha promosso corsi per adulti rivolti all’armonia del corpo e del movimento, come pilates, ginnastica danzata e yoga. E ospitato attività collaterali come il Tango Argentino, Balli Swing, danza orientale e corsi di teatro.

Sabato 21 settembre, per far conoscere e coinvolgere la cittadinanza nelle sue molteplici attività, portate avanti non solo all’interno della Scuola ma soprattutto all’esterno di essa, Spaziodanza ha deciso aprire il sipario nella sua sede di via Riello 5 per una giornata aperta al pubblico all’insegna della danza e della cultura, con lezioni aperte e gratuite, conferenze e musica. Per tutta la giornata inoltre esporranno negli spazi della scuola gli autori soci di AGC- Associazione Gioiello Contemporaneo che utilizzano materiali preziosi, resine, e smalti. La mostra è curata da MariaRosa Franzin.

Si comincia alle 10 del mattino con la “danza di comunità”, un cammino di esplorazione aperto a tutti delle possibilità del movimento spontaneo e creativo a partire da ogni singolo individuo fino a creare un movimento collettivo, un respiro comune. Chi lo desidera potrà inoltre partecipare a dimostrazioni di pilates e reformer, una macchina di nuova generazione progettata appositamente per rafforzare, tonificare, allungare e modellare attraverso una serie di esercizi ben precisi.

Dalle 15.30 alle ore 19.00 si alterneranno nelle due sale di Spaziodanza lezioni di danza classica, danza contemporanea, momenti coreografici ed esibizione di Tango Argentino con i Maestri Margarita Klurflan e Walter Cardozo e il corpo di ballo della Scuola.

L’incontro con Andrea Nante, direttore del Museo Diocesano di Padova, dedicato a La Fragilità dell’uomo e dell’arte, introdurrà la seconda parte del pomeriggio, dove gli ospiti avranno l’opportunità di conoscere gli eventi e i progetti che Spaziodanza ha appositamente pensato per l’annualità 2019- 2020.

A cominciare proprio dalla collaborazione ad ottobre 2019 con Ufficio Diocesano per l’annuncio e la catechesi e il Museo Diocesano di Padova per “C’è Bellezza in ogni cosa –esperienza di movimento”, progetto di danza di comunità rivolto ad adulti e bambini, che esplora le possibilità del movimento spontaneo e creativo. La scoperta della dimensione più profonda del sé apre all’incontro con lo spirituale, creando un movimento collettivo, un respiro comune. Tutti i cittadini, indipendentemente dall’età e dalla preparazione saranno inoltre invitati a partecipare, a maggio 2020, a La Città si Muove, laboratori e performance di danza organizzati in collaborazione con il Comune di Padova. Una proposta che stimola la creatività, accresce l’autostima, e promuove la sensibilità artistica attraverso l’incontro e lo scambio nei luoghi della quotidianità e delle persone, aiutando a diffondere il pensiero che la “Danza è per tutti”.

Rivolte ai più giovani sono le attività di “Inside Out”, laboratorio di teatro danza per preadolescenti, curato dal regista Lorenzo Maragoni, da Silvia Gribaudi, coreografa, danzatrice e performer, e dal coreografo Adriano Bolognino nei mesi di settembre-dicembre 2019 e da gennaio-aprile 2020. E, da gennaio ad aprile 2020, “Il Palcoscenico in Classe” una proposta che vuole avvicinare alunni e studenti delle scuole primarie e secondarie in modo attivo e costruttivo allo “spettacolo di danza”, fornendo i mezzi di lettura e interpretazione dello spettacolo stesso. Attraverso un percorso laboratoriale verranno sperimentate nuove forme di linguaggio espressivo, elaborando anche brevi sequenze di movimento che avranno come risultato finale l’interpretazione di una breve coreografia.

Non mancheranno, nel corso dell’anno i tradizionali momenti performativi organizzati da Spaziodanza: le performance site specific in cui “la danza reinventa lo spazio” e il corpo diventa protagonista nello spazio scenico aprendo un dialogo costante e innovativo con nuovi linguaggi contemporanei. La danza entrerà nel quotidiano con incursioni urbane di grande impatto visivo ed emotivo. E il tradizionale appuntamento ad aprile con la XXII edizione del Festival Prospettiva Danza Teatro e la X edizione del Premio Prospettiva Danza Teatro, eventi di valenza internazionale organizzati con il sostegno del Comune di Padova e Arteven.

Un programma così ricco non può non meritare un brindisi, accompagnato dalla musica, che alle 19.00 di sabato 21 settembre darà ufficialmente il via al nuovo anno accademico della scuola.

L’ingresso alla giornata e la partecipazione a tutte le lezioni sono liberi e gratuiti

Share
Scuola professionale di Balletto Spaziodanza,     Via Riello, Padova
           clicca qui per visualizzare la mappa

049.624563 347.7523160 Eleonora de Logu info@spaziodanzapadova.it www.spaziodanzapadova.it



Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

131 q 0,573 sec