1
Si svolgerà dall’8 al 20 settembre   
“Universi Musicali”, torna il Festival Pianistico Internazionale Bartolomeo Cristofori

“Universi Musicali”, torna il Festival Pianistico Internazionale Bartolomeo Cristofori


In programma un settembre di eventi fra musica, arte e cultura dedicati agli 800 anni dell’Università di Padova


Si svolgerà dall’8 al 20 settembre la quinta edizione del Festival Pianistico Internazionale Bartolomeo Cristofori, iniziativa nata per rendere omaggio all’artigiano-artista padovano che inventò il pianoforte. La stagione in arrivo, siglata da Alessandro Tommasi, direttore artistico del Festival, insieme al presidente dell’Associazione Bartolomeo Cristofori Gian Paolo Pinton, tornerà ad animare le più belle sale di Padova, oltre a cortili e chiostri di palazzi nobiliari, con lunghe giornate di eventi. Per il 2022 il Cristofori si unisce ai festeggiamenti degli 800 anni dell’Università di Padova con un’edizione ad hoc intitolata “Universi Musicali”. Ciascuna data del Festival sarà dedicata ad una specifica scuola dell’Università, verranno esplorati i luoghi storici cittadini e ripercorsi i secoli dalla fondazione dell’Ateneo fino a Cristofori e Tartini.

Il Festival inaugurerà dunque giovedì 8 settembre, alle ore 20.45, presso Palazzo della Ragione con il pianista Georgy Tchaidze e l’Orchestra di Padova e del Veneto diretta da Wolfram Christ in un programma che affianca la musica di Beethoven e Šostakovič alla storia. La programmazione è suddivisa in format e fasce orarie. Dalle 17.30 alle 19.00 si terranno i BartoloTour, visite guidate con concerto realizzate in collaborazione con le guide dell’Associazione Tartini 2020 e incentrate sulla storia dell’Università di Padova. Alle 21.00 si svolgeranno i tradizionali concerti nelle più belle sale di Padova, con artisti di punta e introduzioni a cura di docenti e ricercatori universitari. Alle 23.30 torneranno i BarTolomeo, “late night concerts” dedicati alla musica contemporanea, immersi nelle suggestive atmosfere di Barco Teatro e con i cocktail d’autore di Blended bar. I sabati 10 e 17 settembre, il Caffè Letterario Treccani si trasformerà in un vero salotto intellettuale del Festival, con conferenze dedicate a Padova e alla musica tenute da importanti professori dell’Università. Domenica 11, alle ore 11.00, proseguirà la collaborazione con la Domenica in Musica degli Amici della Musica di Padova alla Sala dei Giganti, mentre domenica 18 il Festival andrà fuori porta, ad Arquà, per un progetto dedicato a Francesco Petrarca. Il pubblico potrà esplorare i luoghi del poeta guidati da Claudia Baldin, presidente del Parco Letterario del Petrarca, per terminare il pomeriggio con visita e concerto al Museo dei pianoforti antichi. Ad esibirsi il giovane e pluripremiato Elia Cecino, in un programma dedicato a Petrarca con una prima esecuzione assoluta di un nuovo Sonetto per pianoforte solo, commissionato al compositore, pianista e direttore Orazio Sciortino. A chiudere il Festival il 20 settembre un orgoglio padovano: la celebre Leonora Armellini, quinto premio al Concorso Chopin 2021, donerà alla città un recital chopiniano, esibendosi su un pianoforte Fazioli, lo stesso su cui si è esibita a Varsavia in tutte le fasi del Concorso.

La collaborazione con l’Università degli Studi di Padova si manifesterà poi anche in un ulteriore momento di confronto. Mercoledì 14 alle 15.00 si terrà una giornata dedicata al rapporto tra università e musica in Italia e in Europa, coordinata da Paola Dessì, Professore Ordinario di Musicologia e Storia della Musica. Il programma sarà arricchito da tre anteprime, una a Conegliano, già tenutasi con grande successo il 16 giugno, una a Padova il 3 settembre con Francesco Grillo e le “Stagioni” di Vivaldi in chiave jazzistica, in memoria di Ennio e Cecilia Arengi Bentivoglio e in collaborazione con Castello Festival, e una a Rovigo il 7 settembre in collaborazione con Rovigo Cello City e I Solisti Veneti. Collaborazione è infatti una delle parole d’ordine del Festival, che ha attivato partnership con le principali realtà musicali e culturali della città, tra cui Orchestra di Padova e del Veneto, I Solisti Veneti, Amici della Musica, Castello Festival, Barco Teatro, Associazione Tartini 2020, Taverna Maderna e il Concentus Musicus Patavinus dell’Ateneo di Padova.

Il Festival Cristofori è realizzato con il sostegno del Ministero della Cultura, dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova e della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea. A questi si aggiungono importanti partner privati: Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Fidiaholding s.p.a., Venice Promex, Cortellazzo & Soatto, Mungo, iGuzzini, Alì, Camera di Commercio di Padova, Sae, Caffè Ristorante Letterario Treccani, Dr. Giovani La Scala, Mefarma, Doit viaggi, Banca Mediolanum Private Banker Alessio Palumbo. Tra gli sponsor tecnici Bettin Pianoforti. Media partner: TV7, Quinte Parallele, Venice Classic Radio.

Share
Biglietti acquistabili online a partire dal 28 luglio sul sito www.cristoforipianofestival.it o direttamente trenta minuti prima presso la sede del concerto.

www.cristoforipianofestival.it


Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

142 q 0,258 sec