5
Il 24 maggio e il 14 giugno   
Conoscere, ricostruire, comunicare: dalla ricerca alla valorizzazione del patrimonio archeologico

Conoscere, ricostruire, comunicare: dalla ricerca alla valorizzazione del patrimonio archeologico


Il focus di entrambi gli interventi è lo scavo del famoso sito neolitico di Çatalhöyük, localizzato nella Turchia centrale, di importanza cruciale in quanto apre una finestra sui primi insediamenti urbani, ma punto di riferimento per ogni ricerca archeologica.


Lunedì 24 maggio Dominik Lukas (Aacheologo ed esperto IT , Chicago University, USA), visiting fellow per il “Progetto CArD3D. Una Carta Archeologica Digitale per la Regione Veneto”, tiene un primo seminario su“Modellazione dei dati archeologici e concetto di ‘Reflexivity’: il caso studio del progetto Çatalhöyük (Turchia)”; a seguire, lunedì 14 giugno interviene su “Il ‘Living Archive’: aprire in maniera trasparente la conoscenza archeologica”.

Il focus di entrambi gli interventi è lo scavo del famoso sito neolitico di Çatalhöyük, localizzato nella Turchia centrale, di importanza cruciale in quanto apre una finestra sui primi insediamenti urbani, ma punto di riferimento per ogni ricerca archeologica.

Nel primo incontro, il 24 maggio, viene affrontato il tema delle metodologie tecnologiche innovative adottate nell’ambito del Çatalhöyük Research Project, che sono alla base dell’approccio definito reflexive, per cui ogni fase del lavoro sul campo consiste in un atto interpretativo. A partire da questo presupposto i dati vengono registrati con un alto grado di informazioni contestuali per consentire una valutazione critica delle informazioni raccolte e dell’interpretazione generata.

Nel secondo incontro, il 14 giugno, si tratta della gestione e archiviazione dei dati in archeologia, sempre a partire dall’esempio del Çatalhöyük Research Project. Il processo che viene esposto, denominato Living Archive, ha lo scopo di fornire un accesso trasparente ai dati raccolti sul campo attraverso l’utilizzo delle moderne tecnologie del semantic web, al fine di rendere chiaro ed esaustivo il percorso di interpretazione dei dati. La metodologia del Living Archive può fornire un esempio di buona pratica per l’impostazione di uno “scavo archeologico digitale” a 360 gradi.

Gli incontri si tengono alle ore 17.15, su piattaforma Zoom Meeting: https://unipd.link/lukas

Share
Gli incontri si tengono alle ore 17.15, info sul sito.



Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

157 q 0,251 sec