46
             
Asta benefica per sostenere il progetto My Ability

Asta benefica per sostenere il progetto My Ability


IL 9 DICEMBRE PARTE L’ASTA BENEFICA DI GRUPPO POLIS PER SOSTENERE L’INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE CON DISABILITÀ


Tra gli oggetti che sarà possibile acquistare sulla piattaforma CharityStars
anche una chitarra di Eugenio Finardi

In occasione della Giornata Internazionale delle persone con Disabilità Gruppo Polis annuncia
l’avvio di un’asta benefica per sostenere il progetto My Ability, un servizio rivolto all’orientamento e inserimento lavorativo
delle persone con disabilità.

L’ASTA BENEFICA
L’asta sarà ospitata a partire dal 9 dicembre sul sito CharityStars (a questo link: https://www.charitystars.com/myability) la
piattaforma web specializzata nelle aste di beneficienza: qui, infatti, possono essere acquistati oggetti di grande valore
(economico o simbolico) e il ricavato viene devoluto a sostegno dei progetti delle ONP che aderiscono.
Quali sono gli oggetti che saranno acquistabili a sostegno di Gruppo Polis?
Ce ne sono numerosi, tra cui: 2 litografie realizzate da Dario Fo e firmate in originale, la maglia del Calcio Padova autografata
da tutta la squadra, il Tapiro originale di Striscia la notizia, con firma di attuali conduttori e veline, numerose opere di arte
moderna grazie alla collaborazione della Galleria CreArte e molti altri oggetti.
Il pezzo forte di tutta la collezione? Una chitarra di Eugenio Finardi, da lui personalmente realizzata e
appartenente alla sua collezione privata.

“Ho scelto di partecipare alla raccolta fondi per il progetto My Ability, perché il tema della disabilità mi tocca molto da vicino,
avendo una figlia down di 38 anni.- spiega il noto cantautore – Ho pensato di donare qualcosa realizzata da me, che mi
rappresentasse e che contenesse tutto il mio amore e affetto. La CSB Finardi, è la numero 9, di una serie di chitarre realizzate
durante il lockdown e rappresenta il dono di me stesso a mia figlia e a tutto il mondo delle famiglie di persone disabili.”

LA RACCOLTA FONDI PER IL PROGETTO MY ABILITY
Il ricavato dell’iniziativa, infatti, ricordiamo che andrà a sostenere il progetto My Ability di Gruppo Polis, un progetto di
inclusione sociale che attraverso la valutazione e l’orientamento lavorativo si rivolge a persone che a causa delle loro fragilità
non riescono ad entrare nel mondo del lavoro in modo diretto e autonomo. Il progetto propone alla persona un percorso
educativo di valutazione del funzionamento e apprendimento di abilità attraverso le attività legate all’ambito dell’agricoltura
biologica, e con l’inserimento in attività occupazionali esterne a scopo formativo. Il progetto si svolge all’interno del contesto
protetto della fattoria sociale Fuori di Campo dove le persone vengono coinvolte sia in attività agricole all’aperto, che in
quelle relative alla preparazione e alla vendita nel negozio adiacente. La preparazione del terreno, semina, raccolta e cura
degli ortaggi, allestimento del negozio, preparazione delle cassette di frutta e verdura, confezionamento dei prodotti freschi,
etichettatura, confezionamento dei cofanetti regalo, le consegne a domicilio, le pulizie interne ed esterne, il supporto alla
contabilità dell’attività agricola, sono parte delle attività dove le persone possono essere coinvolte.

“La raccolta fondi per questo progetto è FONDAMENTALE – spiega Andrea Lago, responsabile del progetto My Ability – in
quanto questi servizi sussistono anche grazie al sostegno dei privati. Le spese relative ai percorsi di inclusione che attiviamo
con queste persone sono diverse: l’acquisto dei PC per le attività di sviluppo sociale e cognitivo, i dispositivi di sicurezza
individuale per svolgere le attività manuali in orto e in negozio, il materiale didattico specifico, fino alle spese di retribuzione
del personale dedicato, un team di educatori e operatori specializzati. Senza il supporto dei privati cittadini questi percorsi non
avrebbero la possibilità di proseguire.”

Obiettivo del progetto è formare e sviluppare quelle abilità che permettano a persone con disabilità di prepararsi al mondo
del lavoro, consentendo loro di crescere, maturare e costruire il proprio progetto di vita.

“Quello del lavoro è un tema centrale nella vita di tutte le persone.- sottolinea Roberto Baldo, coordinatore generale di
Gruppo Polis – Anche e soprattutto per le persone con disabilità e le loro famiglie, che si trovano in molti casi a chiedersi con
grande preoccupazione che futuro avranno i loro figli, nel momento in cui loro non ci saranno più. Il lavoro è ciò che ci rende
autonomi, che ci permette di avere la possibilità di fare dei progetti per il nostro futuro, che ci fa sentire utili. Grazie al lavoro
ognuno di noi sente di avere un ruolo nella società in cui vive.
Il progetto My Ability nasce per costruire quelle competenze professionali e relazionali e creare quelle opportunità che aiutino
queste persone ad inserirsi nel mondo del lavoro e sentirsi parte attiva della comunità.”

Share
www.gruppopolis.it



Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

132 q 0,201 sec