6
             
Centri estivi in campagna!

Centri estivi in campagna!


CENTRI ESTIVI IN CAMPAGNA. COLDIRETTI: RITORNO ALLA MANUALITA’ E ALL’ARIA APERTA PER MIGLIAIA DI BAMBINI


BORTOLAS (DONNE IMPRESA): L’AGRICOLTURA UN CONDENSATO DI MATERIE, DALLA STORIA ALL’EDUCAZIONE FISICA”

Ampi spazi e distanziamento naturale, ma soprattutto il ritorno alla manualità e all’aria aperta per rispondere anche ai crescenti disagi sociali causati dalla pandemia sono le carte vincenti dei centri estivi organizzati nelle fattorie didattiche di Coldiretti Veneto regolarmente iscritte all’Elenco della Regione. “Dopo un anno scolastico passato tra connessioni, con un’altalena di formazione a distanza e in presenza, le aziende agricole dimostrano ancora una volta il grande potenziale di offerta in termini di servizi e accoglienza delle nuove generazioni in campagna”. E’ quanto sostiene Chiara Bortolas presidente regionale di Donne Impresa Coldiretti specificando che si tratta di realtà agricole spesso guidate da imprenditrici agricole che con attività ricreative ed educative a contatto con la natura coinvolgono i bambini con un supplemento formativo che coniuga la pausa estiva con l’impegno sui libri. L’offerta comprende l’opportunità di fare settimane verdi e campus in un contesto di sicurezza, dettato dai protocolli approvati, dove gli operatori didattici non trascurano nessun dettaglio. Dopo ore di aggiornamento con team di esperti in comunicazione, pedagogia e istruzione hanno imparato nuovi strumenti e linguaggi appropriati ad un approccio diverso dello stare insieme. “L’emergenza sanitaria ha stravolto abitudini e valori – commenta Chiara Bortolas – per ritrovare un equilibrio l’agricoltura diventa la materia giusta perché condensa civica, scienza, cultura, storia, geografia e ginnastica. Attraverso il Progetto ormai pluridecennale di Educazione alla Campagna Amica – spiega Chiara Bortolas – promosso in tutte le scuole anche quest’anno, nonostante l’emergenza sanitaria, ben 3500 alunni si sono candidati al concorso “Energia S©olare” realizzando disegni ed elaborati artistici dalla forte connotazione creativa. Un’esplosione di colori esposta addirittura nelle sedi solitamente dedicate ai grandi pittori come Forte Marghera a Mestre nell’allestimento della Biennale, il centro culturale Altinate a Padova e la sala Biroli in centro a Verona. Con l’esperienza maturata e una formazione continua Coldiretti mette a disposizione delle famiglie, delle autorità sanitarie, politiche e amministrative competenti, una rete nazionale di 3mila Fattorie Didattiche come luoghi adatti ad ogni fascia d’età che voglia ritrovare una dimensione umana all’insegna dei valori della tradizione contadina in un contesto protetto”.

Share




Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

142 q 0,279 sec