4
  07/02/2015            21:30
Santi, Balordi e Poveri Cristi

Santi, Balordi e Poveri Cristi


Uno spettacolo di affabulazione e musica, ispirato a motivi tratti dalla tradizione popolare, per lo più italiana, con le attrici Giulia Angeloni e Flavia Ripa.


Tema comune è la non appartenenza, l’esistenza ai margini di ciò che viene identificato come norma costituita. I protagonisti sono tutti scarti di una società che li rifiuta o a cui per qualche ragione non riescono ad adattarsi. Una corte dei miracoli fatta di santi, balordi, freaks, emarginati. Come il bambino nato con due teste da un padre che lo voleva il più intelligente del mondo, Marietta che s’innamora di uno che sente cantare per strada dalla sua cella del Regina Coeli, le tre vecchie del Quadraro che sognano uno sceicco come quelli del cinema o Ninetto che ha pregato S. Giuseppe tutta la vita e spera di essere il primo della sua famiglia a guadagnarsi il Paradiso. O ancora
Gesù Cristo e San Pietro in giro per il mondo in incognita, protagonisti di una serie di avventure comiche e picaresche. Sono racconti della tradizione orale, dalle Fiabe Italiane di Italo Calvino alle novelle di Emma Perodi, passando per le pagine di Pier Paolo Pasolini, il teatro alla maniera dei giullari, il cinema degli anni ’50. I linguaggi utilizzati sono diversi, dal racconto tutto in musica, alla giullarata, alla canzone, ad una narrazione più scarna e asciutta.
L’allestimento è essenziale. Due attrici, una chitarra o poco più. Il rapporto col pubblico è diretto. Non esiste quarta parete, ma chi assiste è messo nella condizione di essere attivamente partecipe di un momento di scambio e condivisione.

Flavia Ripa
Attrice, speaker, musicista, soundesigner. É pugliese ma si forma a Roma dove si laurea in scienze umanistiche, si diploma alla Scuola Nazionale di Cinema Centro Sperimentale di Cinematografia e a Bologna presso la scuola di teatro “Alessandra Galante Garrone” si perfeziona come attrice di prosa. Lavora come fonico, per cinema tv e teatro, e musicista, a Roma, Bologna e Milano. Si forma come attrice con insegnanti come Vittorio Franceschi, Alessandra Frabetti, Bob Wilson, Daniele Salvo e Andre Casaca e dopo aver calcato palcoscenici milanesi, emiliani e romani, per la prima volta debutta in Puglia, il paese d’origine con “Esterno Amore” di e con Flavia Ripa e Vincenzo Costanzo.
Giulia Angeloni
Nasce a Genzano di Roma, il 12 Giugnio 1986. Si diploma come attrice nel 2012, presso la Civica Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano, dove ha l’occasone di studiare, tra gli altri, con Maurizio Schmidt, Maria Consagra, Massimo Navone, Marco Plini, Elizabeth Boeke, Giuseppe Battiston, Laura Curino, Dario Fo. Nel 2013 è in scena con “Ifigenia in Aulide” per la regia di Marco Plini, produzione di Emilia Romagna Teatro e con “Otello” diretto da Massimo Navone e prodotto dal Tieffe Menotti di Milano e dal centro teatrale MaMiMò di Reggio Emilia. Sempre nell’ultimo anno prende parte allo spettacolo “Mistero Buffo e altre storie”, progetto che vede impegnati 25 giovani attori in un ampio recupero di testi di Dario Fo, promosso e sostenuto dal maestro stesso, con cui è stata recentemente in scena a Milano, Udine e Roma.

Share
Teatro dei Carichi Sospesi,     vicolo del Portello 12, Padova
           clicca qui per visualizzare la mappa

Biglietti: Intero: 10 €
Adulti e bambini superiori ai 12 anni; Ridotto: 8 €
Studenti con “Studiare a Padova Card”, corsisti TOP, fino ai 12 anni; Gratuito: Bambini fino a 3 anni. Carnet TOP 5: 40€. Acquistando il Carnet TOP 5 al prezzo di 40€ puoi vedere 5 spettacoli delle Rassegne TOP al prezzo di 4.

www.teatrioffpadova.com


172 q 0,259 sec