5219
  23/10/2014            20:45
Orti Insorti

Orti Insorti


Narrazione con parole, musica, pane, vino e narrazione in giardino con Pasolini, Calvino e il nonno contadino in Maremma.


Un monologo di teatro civile con musica dal vivo (Davide Orlando all’organetto e al flauto) che affronta con serietà e ironia temi legati all’ambiente, all’agricoltura biologica, al cibo sano, alla decrescita felice e alle lotte contadine. Con racconti e personaggi paesani, canzoni popolari e antiche ricette, Elena Guerrini ci accompagnerà in un viaggio a contatto con la nostra terra. Muovendosi intorno a un tavolo da giardino pieno di libri, piante e strani souvenir, ci parlerà della natura che fu, dell’ambiente, del clima, dei semi, delle modificazioni genetiche, della biodiversità, di progresso e sviluppo, citando Pasolini, Gramsci, Libereso Guglielmi il giardiniere di Calvino, Masanobu Fukuoka, teorico della cultura della non azione. Lo spettacolo è stato creato e prodotto a baratto: Elena Guerrini ,cantastorie del terzo millennio ,ha girato per un anno nelle cascine e nelle aie della maremma toscana barattando la storia di suo nonno contadino con cibo, vino, olio e prodotti della terra, biglietto d’ingresso a queste veglie. Dopo questa esperienza ha ideato e dirige il festival “A veglia, a teatro col baratto” (giunto quest’anno alla sua sesta edizione), singolare esempio di teatro low cost e di economia condivisa, dove un intero paese della Maremma Toscana si fa teatro e tutti gli artisti vengono pagati con beni non monetari. Al festival hanno partecipato numerosi attori tra cui Marco Paolini, Moni Ovadia, Simone Cristicchi,Giuliano Scabia, Renato Palazzi, Iaia Forte e altri.

Share
MPX,     via Bonporti 22, Padova
           clicca qui per visualizzare la mappa


Ingresso libero.



148 q 0,178 sec