Pride

Pride


Basato su una storia vera, il film è ambientato in piena era Thatcher, durante lo storico sciopero dei minatori inglesi del 1984.


“Pride”, il nuovo film di Matthew Warchus con Bill Nighy, Imelda Stauntonb e Paddy Considine, vincitore della Quinzane de Realisateur all’ultimo Festival di Cannes sarà uno dei grandi titoli della proposta cinematografica di questo Natale. “Pride” è la perfetta commedia inglese sulla scia di Full Monty e Billy Elliot. Un film capace di far tanto ridere quanto piangere. Una storia che parla di diritti civili e che, anche per questo motivo, pur raccontando una storia vera di inizio anni Ottanta, ad oggi risulta essere particolarmente attuale e necessaria.

Basato su una storia vera, il film è ambientato in piena era Thatcher, durante lo storico sciopero dei minatori inglesi del 1984. Degli attivisti del movimento gay, spinti dalla solidarietà verso chi, come loro, lotta contro il sistema, decidono di raccogliere fondi per gli scioperanti del Galles. I minatori, però, accolgono con diffidenza l’iniziativa, considerando il sostegno di lesbiche e gay inopportuno e imbarazzante. Ma l’incontro fra i due mondi, difficile per non dire esplosivo, si trasformerà in un’entusiasmante amicizia.

Regia: Matthew Warchus
Cast: Ben Schnetzer, Bill Nighy, Abram Rooney, Paddy Considine, Imelda Staunton, George MacKay, Jim McManus, Monica Dolan, Matthew Flynn, Andrew Scott, Dominic West, Roger Morlidge, Joseph Gilgun




www.youtube.com/watch?v=E5QlHN61xKQ


117 q 0,415 sec