1172
             

Legnaro


Le origini della Corte Benedettina di Legnaro, oggi sede della Biblioteca Comunale e dell' Azienda Regionale "Veneto Agricoltura", risalgono all’ Alto Medioevo


CORTE BENEDETTINA (Veneto Agricoltura)
cortebenedettina

Orari:
martedì 9.30-12.00;14.30-19.00
mer-gio-ven: 14.30-19.00
sabato: 9.30-12.00
Per contatti:
tel. 049 790546;
fax 049 8837056;
Email: biblioteca@comune.legnaro.pd.it
Responsabile: Caterina Salvagni

Le origini della Corte Benedettina di Legnaro, oggi sede della Biblioteca Comunale e dell’ Azienda Regionale “Veneto Agricoltura”, risalgono all’ Alto Medioevo, sebbene l’aspetto attuale sia il frutto di ristrutturazioni ed ampliamenti verificatisi durante i secoli successivi.
Le prime notizie su Legnaro e la Corte Benedettina risalgono alla bolla di Gregorio IV, inviata nell’828 all’Abate di S.Giustina; questo documento raccoglie la lista dei molti beni di cui il Monastero era in possesso e di cui la Corte Benedettina di Legnaro faceva parte, a testimonianza del grande potere, economico nonché religioso, che il Monastero di S.Giustina aveva raggiunto nell’ Alto Medioevo: in quel periodo infatti il Monastero, oltre ad essere centro di cultura religiosa, era anche un’ azienda agricola ben organizzata.

 

 

VILLA BUSINELLO MORASSUTI privata

villabusinello

Alla periferia di Legnaro, sulla Provinciale che conduce a Saonara, sorge in mezzo alla campagna la bella villa Busenello, ora di proprietà della famiglia Morassutti, che conserva ancora il suo antico splendore, ma è spoglia delle collezioni d’arte che ancora possedeva alla fine secolo scorso. Attiguo alla villa è il piccolo oratorio, costruito nel 1829, in sostituzione di uno più antico demolito per far posto alla strada, ma anch’esso è spoglio ed in stato piuttosto precario.

Share




87 q 0,303 sec