1
  07/02/2015            22:00
Etruschi from Lakota + Pluvian

Etruschi from Lakota + Pluvian


Al Bahnhof doppio concerto con il gruppo rock/country di Pisa, vincitori del prestigioso premio Fondazione Arezzo Wave 2013 e con il gruppo acoustic grunge di Padova.


Etruschi from Lakota
Vincitori del prestigioso premio Fondazione Arezzo Wave 2013 al miglior gruppo emergente italiano; vincitori del “Premio Buscaglione” nel febbraio 2014; pronti a lanciare il nuovissimo disco “Non Ci Resta Che Ridere”.
La band si è contraddistinta, fin dagli esordi, per un forte senso di appartenenza alla cultura della propria terra e delle proprie origini, per l’ironia e il sarcasmo di cui, spesso, i toscani sono autentici maestri e per una autentica passione per il citazionismo. Ma i nostri 5 eroi, cresciuti in campagna a chianina e Led Zeppelin, lungi dall’assumere connotazioni macchiettistiche, affrontano consapevolmente anche tematiche più serie. Le canzoni degli Etruschi parlano, infatti, di argomenti quali il lavoro, la vita, la morte e la religione. Si dichiarano, inoltre, sensibili allo sterminio perpetrato ai danni dei Pellerossa, inteso come paradigma della cancellazione delle culture autoctone, al punto di inserire nella denominazione della band il richiamo ai Lakota di Toro Seduto. Una presa di posizione che ricorda il celebre film di Roberto Benigni “Non Ci Resta Che Piangere” in cui i protagonisti cercano di impedire la partenza di Cristoforo Colombo per evitare, così, la “scoperta dell’America” e i disastri che ne sarebbero conseguiti per le popolazioni indigene. Non a caso, la band è stata definita, in più occasioni, figlia di uno “mix” non ortodosso tra Roberto Benigni e Rino Gaetano e, probabilmente, è in parte è vero, anche in considerazione della scelta del titolo del nuovo album.
Non Ci Resta Che Ridere” è un disco di canzoni d’autore, un disco rock, con influenze che spaziano dal country al gospel. Dario Canal, frontman della band, racconta così il nuovo album: “questo disco rappresenta per noi la libertà di essere sé stessi, di sentirsi liberi, di vivere, di morire, di piangere, di ridere. Abbiamo avuto la possibilità di crescere come una pianta, di cantare come un gallo e di essere fedeli come un cane quando c’è il sole.”

“[…] immaginate qualcosa che sta tra Pan del Diavolo, Zen Circus e Ivan Graziani […]”
Blow Up

“[…]Il disco parte da posizioni cantautorali per abbracciare generi diversi: pop, rock, country, musica americana del profondo sud, musica da ballare con le mani sul cinturone, il cappellaccio alla J.R. Ewing in testa e un po’ di tabacco in bocca da sputare sui piedi dei malcapitati.[…]”

Pluvian

La storia dei Pluvian inizia dopo alcuni concerti solisti di Edy & mQx. In un vecchio garage decidono di iniziare un nuovo progetto musicale con cui fondere le canzoni di Edy e di mQx: PLUVIAN ! A Settembre 2012 iniziano a registrare illoro primo EP. Dopo pochi mesi Manuel entra nella band, i Pluvian assieme al nuovo compagno, ri-iniziano a lavorare sulle canzoni e sugli arrangiamenti. Il 20 febbraio 2014 Pluvian entrano i studio per registrare il loro primo Full Length, continuando l’attività live. Nel frattempo questi ragazzi non si sono mai risparmiati a sostenere la scena musicale indipendente della zona e non solo, organizzando in prima persona eventi e partecipando sempre col cuore a quelli degli altri. Respect!

Share
Bahnhof Life,     via Sant'Antonio 34, Montagnana
           clicca qui per visualizzare la mappa

Ingresso riservato ai soci arci.



171 q 1,079 sec