14/01/2014              20:45
Este per Callido

Este per Callido


ConSerto Musico ricorda il più noto organario della Scuola Veneziana nato ad Este nel 1727 e ancora oggi apprezzato dagli organisti di tutto il mondo.


Este per Gaetano Callido, è il titolo dell’appuntamento fissato all’Accademia dell’Artigianato di Este, con il quale Comitato Regionale per le celebrazioni per il bicentenario della morte di Gaetano Callido e il Comune di Este omaggiano Gaetano Callido nel giorno della sua nascita, avvenuta il 14 gennaio 1727.
Sarà l’occasione per ascoltare i “Concerti per organo ai tempi di Gaetano Callido” proposti dall’Ensemble ConSerto Musico: musiche di autori coevi all’organaro che restituiranno il clima musicale entro il quale visse e affinò il suo orecchio e il suo stile il più celebre esponente della scuola organara veneziana, del quale si è ricordato il bicentenario della morte nel 2013.
Per l’occasione si è costituito un apposito “Comitato Regionale per le celebrazioni per il bicentenario della morte di Gaetano Callido”, che con questo concerto conclude un intenso calendario di attività proposte lo scorso anno, che hanno omaggiato Callido con festival, concerti e visite guidate. Dopo l’importante convegno realizzato alla Fondazione Levi di Venezia l’11 e 12 gennaio 2014, che ha coinvolto i più autorevoli studiosi italiani, l’organaro di Este continuerà ad essere ad essere oggetto di studi con iniziative editoriali che porteranno nuovi approfondimenti alla conoscenza di Callido e della sua opera, consentendo anche di ascoltare l’esclusivo suono dei suoi numerosi strumenti, affidati ai più celebri organisti internazionali di oggi.
Ma, intanto, la musica da ascoltare martedì 14 gennaio sarà quella di Baldassare Galuppi, Georg Friedrich Händel, Antonio Salieri e Antonio Vivaldi, proposti da Francesco Padovani (flauto), Roberto Loreggian (organo), Glauco Bertagnin e Matteo Marzaro (violini), Andrea Maini (viola) e Cristiano Contadin (violotto): valenti solisti riuniti nell’Ensemble ConSerto Musico per promuovere la conoscenza del ricchissimo repertorio della musica antica. In questo caso quella che, molto probabilmente, meglio conosceva Callido e dalla quale ha tratto ispirazione per l’inconfondibile timbro dei suoi strumenti. Il concerto sarà introdotto da una breve conferenza illustrativa della musicologa Elena Filini.

Accademia dell'Artigianato,     via Francesconi 1, Este
Ingresso libero. Info 0429 617573/4/6.

cultura@comune.este.pd.it
www.comune.este.pd.it


95 q 0,296 sec