127
Dal 23 al 25 novembre   
Non solo canzoni – Festival della canzone d’autore italiana

Non solo canzoni – Festival della canzone d’autore italiana


L’associazione culturale Napoli Club Padova e il Comune di Padova - Assessorato alla Cultura promuovono l’iniziativa “Non Solo Canzoni”, prima edizione del Festival sulla canzone d’autore dedicato quest’anno alla memoria di Pino Daniele.


Nasce all’ombra del Santo una tre giorni dedicata alla canzone d’autore italiana: si terrà dal 23 al 25 novembre il festival “Non solo canzoni”, nato da un’idea dell’associazione culturale e sportiva “Napoli Club Padova – Passione e cultura” con il contributo dell’assessorato alla Cultura del Comune di Padova e la collaborazione di numerosi partner privati e associazioni tra cui la scuola di musica Gershwin. «Ho apprezzato moltissimo» commenta l’assessore Andrea Colasio «questa sinergia tesa a creare un format nuovo con l’obiettivo di riportare in vita quel patrimonio di canzoni e storie rappresentato dalla canzone d’autore d’italiana le cui fila a volte si sono perse per il fatto che alcuni di questi artisti ci hanno lasciato». A caratterizzare questo festival, la cui prima edizione è dedicata a Pino Daniele, un artista intimamente legato a Napoli ma che ha legato la sua città d’origine a tradizioni musicali di ogni parte del mondo attraverso la “ricerca” intrapresa durante il suo percorso artistico, è sicuramente la «contaminazione», la stessa che sta alla nascita dell’associazione sportiva e culturale Napoli Club Padova presieduta da Simone Angrisani. «Noi fuggiamo dallo stereotipo del classico tifoso» spiega Angrisani, che da quarant’anni vive a Padova «noi vogliamo essere ambasciatori di cultura. Non a caso la nostra associazione si chiama anche “Passione cultura”. Questa kermesse è un atto d’amore alle due città che si fondono in un’unica anima». Il direttore artistico Salvatore Solimeno fa presente che sono diversi i percorsi musicali di artisti italiani che si sono incrociati a Napoli, basta pensare a Caruso, a De Andrè. «Abbiamo pensato per questo anno zero del festival a un approccio che non sia soltanto musicale» spiega «noi proporremo anche letteratura e cinema». Si inizia giovedì 23 settembre alle 18 alla Libreria Laformadelibro di via XX settembre con la presentazione del libro “Terra mia” di Claudio Poggi e Daniele Sanzone, seguito dal concerto live di Vittorio Matteucci (voce) accompagnato da Michele Giacomazzi (chitarra), due artisti grandi fan di Pino Daniele. «Claudio Poggi, produttore dell’esordio discografico di Pino Daniele, insieme a Daniele Sanzone, voce del gruppo musicale A67 di Scampia» commenta Solimeno «raccontano “Pinotto” prima che fosse “Pino Daniele”, i primi passi di questo ragazzotto un po’ grassottello. È bellissimo capire come nasce un genio della musica, Poggi ci porta per mano nel mondo di Pino e ce lo fa conoscere». La stessa libreria potrebbe, inoltre, proporre un pacchetto viaggio a Napoli, terra di Pino Daniele. Michele Angrisani, regista dell’associazione Napoli Club Padova che ha collaborato all’ideazione del format, ha presentato il duplice momento cinematografico del 24 novembre che prevede un incontro con il regista Giorgio Verdelli e la presentazione del documentario “Il tempo resterà”, un viaggio nella vita e nella musica di Pino Daniele seguendo il sentiero delle sue canzoni. L’appuntamento, al Mpx di via Bonporti, è diviso in due momenti: ci sarà un incontro pomeridiano alle 18.30 con il regista che presenterà il making off del film con la possibilità di visionare ulteriori materiali inediti che non hanno trovato spazio nel montaggio finale del documentario. Alle 21, a pagamento, verrà poi proiettato “Il tempo resterà” con un nuovo incontro con Giorgio Verdelli e un dialogo con il pubblico al termine della proiezione. La kermesse si chiuderà sabato 25 novembre al Caffè Pedrocchi alle 21 con il concerto “A Pino con saudade. Sulle tracce musicali di Pino Daniele”, il progetto musicale della cantante Francesca Fusco e del pianista Lorenzo Apicella dedicato alla fusione della musica e delle parole di Pino Daniele con la tradizione della canzone brasiliana. Insieme a Francesca Fusco e Lorenzo Apicella, suoneranno Maurizio Camardi (sax e fiati), Ernesttico (percussioni), scoperto dallo stesso Daniele. L’evento sarà abbinato ad una cena a tema proposta dagli chef del Pedrocchi (dal costo di 45 euro, l’ingresso al concerto invece è libero). Per prenotazioni 049 8781231 – segreteria@caffepedrocchi.it

Camilla Bottin

 

 

Share




Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

139 q 0,158 sec