127
Mercoledì 6 marzo a Este   
Ellis Island – Andata/Ritorno

Ellis Island – Andata/Ritorno


Un anticipo a Este della rassegna “Ellis Island andata e ritorno: quando sulle navi la musica viaggiava con i nostri emigranti” che si terrà l’8, il 9 e il 10 marzo presso la Casa Carmeli a Padova.


Gli aspiranti ‘mericani hanno compiuto, mercoledì 6 marzo, presso la suggestiva sala convegni della Fondazione Accademia dell’Artigianato di Este, un vero e proprio viaggio oltreoceano, accompagnati da due quintetti di fiati, uno americano e l’altro italiano. Un comitato di benvenuto musicale a Ellis Island con la New Chicago Chamber Orchestra ha risposto per le note a canzoni popolari e arie liriche, struggenti nostalgie della patria abbandonata a malincuore, suonate da chi, appoggiato al parapetto di un’affollata nave, salutava la brezza marina e l’avventura lontana. L’italiana Wind Ensemble non si è mai mossa da casa, ma orgogliosa di rappresentare una cultura musicale così solare, si è fatta forza, ha raccolto il peso della sfida americana e in connubio con i nuovi amici, ha creato una potente sinergia di suoni, colori e sogni. Per l’ensemble di fiati italiana, il viaggio negli USA, più che un’andata, rappresenta un ritorno: già nel dicembre 2012 in una vera e propria tournèe, si era esibita a Chicago riscuotendo un grande successo di critica e di pubblico.
A Casa Carmeli, l’esecuzione musicale vedrà anche l’espressione corporea dei brani più significativi: i figuranti di Terepia, il teatro di figura, si faranno carico di stati d’animo laceranti, esplosioni di gioia e scoperte stupefacenti. E per assistere a tutto questo, a Este, non c’è stato bisogno di chiedere cento lire alla mamma: l’amministrazione comunale, in occasione delle iniziative organizzate per la festa della donna, ha voluto fare questo dono ai suoi cittadini, ricordando l’apertura del nuovo Centro antiviolenza. I presenti, non numerosissimi, tra Va pensiero, O Sole Mio, Funiculì Funiculà, non potevano oziare: nessun dorma, dice Verdi, s’immaginava il canto di sottofondo, è tempo di brindare. Libiamo, libiam, il tempo fugge, immersi nella dolcezza di una musica conosciuta, sembrava di essere a casa a riscoprire le melodie amate da generazioni di italiani. Le incursioni nella modernità, con musiche tratte dal musical Hair o colonne sonore di film come La stangata, stillano allegria, in una serata piovosa: i musicisti, complice il loro grande bagaglio professionale, erano instancabili e due ore sono volate via, con il Wind americano.
Non ci resta che dire “Let the Sunshine In” e aspettare che la musica si riproponga a Casa Carmeli.
Se dobbiamo lasciare la patria per godere simili piacevolezze, la lasceremo mille volte ancora!

Camilla Bottin

Share


Potrebbero interessarti anche

  • 37° Festa della Zucca

    37° Festa della Zucca

    Un'intera giornata all'insegna della tradizione con stand gastronomico, antichi mestieri, musica, spettacoli e show serale di Marco e Pippo!
  • “Di Villa in Villa”

    “Di Villa in Villa”

    Gli spazi più affascinanti della Villa Albrizzi verranno straordinariamente aperti al pubblico per vivere esperienze inedite in uno degli scorci più belli della città di Este.


139 q 0,147 sec