11
A partire da sabato 27 giugno   
MAC Dino Formaggio, nuovo allestimento

MAC Dino Formaggio, nuovo allestimento


Dopo gli interventi di riqualificazione del Palazzetto dei Vicari e una rivisitazione dell'allestimento degli spazi museali riapre a Teolo sui Colli Euganei sabato 27 giugno il "Mac", Museo di Arte Contemporanea Dino Formaggio.


In occasione della riapertura del “Mac”, ovvero del Museo di Arte Contemporanea “Dino Formaggio” di Teolo, prevista per sabato 27 giugno a Palazzetto dei Vicari, verrà presentata la prima rassegna delle opere donate dagli amici artisti al filosofo milanese. «Il nuovo allestimento – spiega il figlio Daniele, garante del museo – consiste sicuramente in uno spaccato importante dell’arte contemporanea che, attraverso un percorso che va dagli inizi del Novecento ad oggi, offre indizi importanti di alcuni momenti storici di crescita dell’arte. Le opere presenti in mostra sono doni degli artisti al filosofo, a legarli era un saldo rapporto d’amicizia: era infatti abitudine di mio padre frequentare le officine e i laboratori, gli piaceva conoscere gli artisti e farseli amici. Lui, intellettuale e artista allo stesso tempo, ha voluto dedicare poi questo museo a Teolo, il paese che l’ha accolto e in cui ha vissuto per moltissimi anni». Il sindaco Moreno Valdisolo ha sostenuto caldamente questa iniziativa, convinto che il museo «rappresenti prestigio e fonte di attrazione per il territorio». L’obiettivo di Formaggio, quello di donare alla comunità una collezione che diventasse poi un luogo di cultura e di condivisione della bellezza, rivive nelle intenzioni celebrate dall’amministrazione di Teolo. «Il nuovo allestimento, aperto al pubblico dal 27 giugno al 1 settembre – spiega Sergio Giorato, direttore artistico – si pone a completamento di un percorso intrapreso già un anno fa in occasione del centenario della nascita di Dino Formaggio. Non si può definire una corrente o un indirizzo all’interno di questa esposizione ma solo un valore, quello dell’amicizia, che funge da collante tra le varie opere. Verrà quindi analizzato in particolare il Formaggio teorico e critico d’arte che frequentava le officine degli artisti: il percorso espositivo raccoglie duecento opere da alternarsi periodicamente e da affiancarsi a iniziative temporanee». L’idea di un “museo di artisti amici” trova così la sua migliore espressione a Palazzetto dei Vicari.

Camilla Bottin

 

Share
Palazzetto dei Vicari,     Teolo
           clicca qui per visualizzare la mappa



Tag:

Potrebbero interessarti anche



Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

150 q 0,138 sec