5
Dal 12 al 14 settembre   
Vintage Festival

Vintage Festival


Torna la quinta edizione del festival più seguito nel settore: cultura dell'immagine e ricerca di stile in chiave contemporary retrò


Prima giornata venerdì 12 settembre del Vintage Festival 2014 che alle ore 14.00 inaugura la quinta edizione al Centro Culturale San Gaetano di Padova (Via Altinate 71) dopo il successo del party inaugurale al Casinò di Venezia sabato 6 settembre in occasione della chiusura della Mostra del Cinema. Una serata di gran gala a tema vintage chic che ha registrato il record di presenze a Palazzo Ca’ Vendramin, sede del Casinò, in riva al Canal Grande.

 

Per tre giorni la sede dell’ex tribunale di Padova sarà il fulcro di stile e creatività in un’originale combinazione di moda, design, musica e spettacolo per un vintage moderno, giovane e non convenzionale. Ancora posti disponibili per i workshop e gli incontri con ospiti esclusivi, l’ingresso è gratuito ma è vincolante l’iscrizione possibile su http://www.vintagefestival.org.

Ad inaugurare gli incontri venerdì alle ore 17.00 sarà il dj Ringo che con 20 anni di radio e tv alle spalle votati interamente alla “Musica D(’)Annata” accompagnerà il pubblico in un confronto trasversale tra le generazioni su quanto lo style rock e la kustom culture abbiano trovato un loro spazio e una loro sfera d’influenza nel mondo della moda. A seguire alle ore 18.30 una conversazione con la voce più celebre del calcio italiano, Bruno Pizzul: simbolo di garbo ed eleganza, sostenitore dello sport sano e pulito soprattutto nell’animo e nel modo in cui lo si vive. L’immortale telecronista condurrà il pubblico alla ricerca di quella forza strana e misteriosa che agita il popolo italiano e che quando il gioco si fa duro fa dimenticare tutto il resto. Una testimonianza positiva alle giovani generazioni che subiscono il fascino di uno spettacolo senza tempo, restituita da una dei professionisti più conosciuti e apprezzate del mondo dello sport.

Spazio a giornalismo ed informazione ai tempi dei social e del citizen journalism alle ore 20.00 con la Iena Pablo Trincia, poliglotta e due volte Premio giornalistico televisivo Ilaria Alpi. In esclusiva per il Vintage Festival, Trincia affronterà le tematiche più spinose legate all’industria dell’infotaintement ai tempi dei social e del citizen journalism: come affrontare in modo corretto e dignitoso la professione del giornalismo? Come abbinare la buona informazione con la tv e lo spettacolo? Scenari, prospettive, opportunità da condividere con le giovani generazioni, sempre più immerse in dinamiche inedite di acquisizione di informazioni.

Molti anche i workshop con alcuni tra i massimi esperti del settore tra moda, fotografia, design ma anche comunicazione e speaking practice. Si inizia alle 15.30 nella Sala Workshop #2 al primo piano con Top Team Workshop condotto da Eva D’ Be, ideatrice di “LIPSTICK, SMILE AND CLICK, Corso di Make Up, Hairstyle e Styling in stile Modern Pin Up” presso Top Team, Scuola di Portamento. Venerdì verranno illustrate le linee guida per un impeccabile “Vintage styling” dall’abbigliamento, al make up e all’hairstyle. Si prosegue sabato con lezioni di portamento e domenica di bon ton. Tre anche i workshop di Impossibile condotti e curati da Alan Marcheselli alle ore 17.30 nella Sala Workshop #1 al primo piano. Venerdì si inizia con la scoperta delle nuove pellicole istantanee Impossible e delle più intriganti tecniche fotografiche e creative. Dalle caratteristiche e i segreti delle principali fotocamere polaroid 600, SX70, Image e Instant LAB alle le principali tecniche creative.

Si parlerà di lavoro e comunicazione alle ore 18.30 nel workshop “Made in Italy in digitale, essere imprenditori nel web” con Alberto Borzì e Francesco Zitelli, i due giovani digitalizzatori della provincia di Padova per il progetto “Made in Italy: Eccellenze in Digitale”, forniranno una panoramica degli strumenti e strategie digitali che possono essere implementate fin da subito per migliorare la produttività dell’azienda. Un incontro mirato ad aiutare le PMI del Made in Italy a sfruttare le opportunità offerte dalla Rete per far conoscere, nel mercato interno e a livello internazionale, le eccellenze italiane.

Ancora posti disponibili per incontri e workshop, l’ingresso è gratuito ma è vincolante l’iscrizione possibile su http://www.vintagefestival.org.

 

Inaugurazione alle ore 14.00 anche per le 14 mostre inedite ad ingresso gratuito ospitate al primo piano del Centro Culturale San Gaetano per tutte le tre giornate del Festival fino alle ore 21.30. Un’attenta selezione italiana ed estera che spazia tra moda, arte, fotografia e design portando esposizioni e gallerie che sono state ospitate dalla Biennale di Venezia al MoMa di New York, dal Contemporary Art di Ginevra al Jules Place. Per chi ama spaziare da un campo all’altro nel mondo dell’arte, da artisti di fama internazionale, come Jill Ricci e Gavin Rain, ai capisaldi della moda, come Ken Scott e Jole Veneziani, passando per artisti eclettici e fuori dagli schemi come El Rana, fino alle eccellenze di audio design come Brionvega e Paolo Beduschi. E ancora Ombrelli Maglia Gent Style, HTC con American Spirit of Punk e Museo Rossimoda della Calzatura con la prima ed esclusiva capsule collection.
Per chi dalla teoria volesse passare alla pratica, a partire dalle ore 14.00 e fino alle 21.30 aprirà l’expo morden retrò ospitato nell’agorà centrale al piano terra del Centro Culturale San Gaetano, che presenterà i migliori espositori e ricercatori vintage del panorama nazionale. L’ingresso all’expo – unica area a pagamento dell’intero festival, ingresso 5€ valido per i tre giorni – è gestito e sarà devoluto in beneficenza da Team for Children Onlus a sostegno del reparto di oncoematologia dell’ospedale di Padova.

 

Ma non finisce qui, numerosi saranno gli eventi collaterali che si susseguiranno ogni giorno: dalle 16.30 la hall centrale del Centro Culturale San Gaetano sarà animata da frizzanti esibizioni di ispirazione retrò: dalle performance di danza hip hop, alle incursioni dei Doo Woop Boogie Dancers, alle inaspettate esibizioni burlesque di Lucy Lady Ville, fino al gioco vintage del Twister, reinterpretato in chiave moderna da Berti Pavimenti. Simpatiche incursioni per divertirsi e sorridere tra un capo vintage e un’esposizione d’arte.

Tutti i giorni sarà presente anche Bullfrog Barber Shop: il salone vintage di Milano per riportare in vita la cultura dei barber shop tradizionali americani e la classica tradizione siciliana, in partnership con Proraso. Isfav con il concorso Mix and Match: immortalate il vostro look vintage in un vero set fotografico, in palio un viaggio per due a Parigi. I-Fotocellula che allestirà un vecchio studio di un fotografo d’altri tempi, dove essere ritratti da apparecchiature d’epoca. Mentre per gli inguaribili romantici, da non perdere un’esperienza d’altri tempi con Gaio il Calzolaio e l’arte dell’antico mestiere dello Sciuscià! Infine se volete conservare un ricordo in bianco e nero ci pensa Fotoautomatica con una cabina fotografica d’altri tempi.

Share
Centro Culturale Altinate/San Gaetano,     via Altinate71, Padova
           clicca qui per visualizzare la mappa

Orari: venerdì 14:00 - 21.30 / sabato 10:00 - 21.30 / domenica 10:00 - 21.30 Ingresso gratuito alle mostre Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria a incontri e workshop Ingresso expò/mostra mercato: ingresso 5€ valido per i tre giorni - gestito e devoluto in beneficenza da Team for Children Onlus a sostegno del reparto di oncoematologia dell’ospedale di Padova.

www.vintagefestival.org


149 q 0,146 sec