5
Dal 20/07/2020 al 26/07/2020   
Notturni Padovani 2020

Notturni Padovani 2020


"Notturni Padovani 2020 - tra Arte, vie d'Acqua e Sapori"


Grazie ad una collaborazione avviata tra il Comune e il Consorzio di Promozione Turistica di Padova è stato possibile realizzare il contenitore estivo “Notturni Padovani 2020 – tra Arte, vie d’Acqua e Sapori” che comprende visite guidate, escursioni, serate gastronomiche ed eventi.

Un programma estivo molto composito predisposto per informare i padovani e i turisti del grande patrimonio turistico culturale, ma anche di risorse ambientali e gastronomiche di cui è dotato il territorio, per cercare di riattivare alcuni processi di filiera tra gli operatori turistici padovani e proporre un’offerta turistica dopo la grande stasi dovuta all’emergenza creta dal Covid-19; un contenitore nuovo che in parte si ispira ai classici Notturni d’Arte padovani, ma con elementi di innovazione ed esperienze di gusto e di leisure.


PROGRAMMA
20 – 26 luglio

Padova tra Cielo e Acqua
Visita guidata Cappella degli Scrovegni e passeggiata in battello
Lunedì 20 luglio, ore 18:40
Appuntamento: entrata Musei Civici.

Visita guidata serale dello scrigno padovano della Cappella Scrovegni, con uno sguardo al cielo stellato di Giotto. Una perfetta combinazione di Elementi: l’Acqua e il Cielo, La Natura e l’Arte. Una vera full immersion nell’arte giottesca, nella sua prospettiva intuitiva, nei suoi colori, nella sua luce e nel suo Pathos. Giotto ci racconta il rapporto tra l’uomo e Dio, il senso della Natura e della storia. A seguire una breve passeggiata verso le porte Contarine per imbarcarci in un battello e ammirare dall’acqua la città, osservando il sistema difensivo cinquecentesco delle mura navigando oltre al bastione Castelnuovo fino al ponte dei Graissi e sbarco alla Scalinata di Porta Portello, borgo popolare e pittoresco che conserva ancora intatto tutto il suo fascino.
Fine dei servizi al Portello verso le ore 21.

Prezzo: euro 27,00
il prezzo include la guida, l’ingresso alla Cappella degli Scrovegni, la navigazione con guida a bordo.
LINK DI PRENOTAZIONE: https://bit.ly/309Qobf

Padova tra Cielo e Acqua
Passeggiata in battello dal Portello e visita guidata Cappella degli Scrovegni
Lunedì 20 luglio, ore 19
Appuntamento: alla Scalinata Portello.

Imbarco e visita guidata in battello, navigando dalla Scalinata cinquecentesca di Porta Portello, ammirando la città dall’acqua con uno sguardo alle antiche mura e bastioni cinquecenteschi fino al Ponte dei Graissi e poi alle Porte Contarine, nel centro storico di Padova, dove sbarcheremo e con una breve passeggiata raggiungeremo la Cappella Scrovegni per visita serale sotto il cielo stellato di Giotto. Una perfetta combinazione di Elementi: l’Acqua e il Cielo, la Natura e l’Arte. Una vera full immersion nell’arte giottesca, nella sua prospettiva intuitiva, nei suoi colori, nella sua luce e nel suo Pathos. Giotto ci racconta emozionandoci il rapporto tra l’uomo e Dio, il senso della Natura e della Storia.
Fine dei servizi verso le ore 21.15 ca.

Prezzo: euro 27,00
il prezzo include la guida, l’ingresso alla Cappella degli Scrovegni, la navigazione con guida a bordo.
LINK DI PRENOTAZIONE: https://bit.ly/32bZkiG

Padova Città d’Acque
In navigazione dalle Porte Contarine al Bassanello
Martedì 21 luglio, ore 19
Appuntamento: alle Porte Contarine per imbarco.

Lungo le vie d’acqua cittadine ascolteremo i racconti di un tempo, le storie dei vecchi mestieri, di fraglie artigiane , di mulini, traffici e commerci ,in un viaggio breve ma intenso e denso di emozioni, lungo il quale il passato si intreccia con la vivace vita quotidiana e il viavai di giovani che animano il quartiere universitario.
Le Porte Contarine costituiscono il manufatto idraulico più insigne della città e sorgono nel punto dove un tempo il Naviglio Interno si immetteva nel Tronco Maestro del Bacchiglione, punto di passaggio obbligato per le imbarcazioni che lasciavano la città per dirigersi verso Venezia.
Il tragitto costeggia la cinta bastionata veneziana, fra mura, bastioni e aree golenali, attraversa il Borgo Portello con la monumentale porta, ingresso solenne e raffinato alla città e antico porto fluviale.
Si abbandona poi la città murata alle spalle e si prosegue per un tratto lungo il rettifilo del Piovego, antica via commerciale di collegamento fra Padova e Venezia, fino allo sbocco del Canale di S. Gregorio. Si prosegue quindi verso la Conca di Voltabarozzo, per raggiungere il Canale Scaricatore, la cui realizzazione tra fine Ottocento e primo Novecento, modificherà per sempre l’identità e il volto della vecchia città d’acque, e infine approdo al Bassanello.
Fine dei servizi al Bassanello verso le ore 20:30 ca.
Per chi interessato, il rientro alle Porte Contarine può essere effettuato con il tram.

Prezzo: euro 20,00
il prezzo include l’escursione in battello e l’illustrazione del percorso con guida a bordo.
LINK DI PRENOTAZIONE: https://bit.ly/3ekuR4w

Padova Città d’Acque
In navigazione dal Bassanello alle Porte Contarine
Martedì 21 luglio, ore 21
Appuntamento: al Bassanello all’imbarco sotto il ponte.

La navigazione inizia dal Bassanello, importante snodo fluviale a sud della città, nel punto in cui le acque del Bacchiglione confluiscono nel Canale Scaricatore, il più giovane dei canali padovani, realizzato nell’Ottocento e ampliato nel Novecento, per porre fine alle disastrose inondazioni della città. Si lasciano alle spalle l’imbocco del Canale Battaglia e il Ponte dei Cavai, dal quale si stacca il tronco maestro che entra in città, e si percorre il Canale Scaricatore fino alla Conca di Navigazione di Voltabarozzo, importante manufatto idraulico del primo Novecento.
Superata da chiusa, si naviga lungo in Canale San Gregorio fino al punto di confluenza nel Piovego e si entra in città oltrepassando il Contro-sostegno di San Gregorio.
Un percorso suggestivo e coinvolgente, in un’atmosfera densa di suggestioni alle prime ombre della sera, lungo le vie d’acqua cittadine, mentre i racconti di un tempo e le storie dei vecchi mestieri si intrecciano con la modernità e i grandi mutamenti urbani avvenuti in epoca recente.
Si costeggia l’imponente cinta bastionata veneziana, fra mura, bastioni e aree verdi golenali per arrivare al Portello, con la monumentale porta e l’approdo cinquecentesco e si prosegue infine verso le Porte Contarine, dove è previsto l’approdo.
Le Porte Contarine costituiscono il manufatto idraulico più insigne della città e sorgono nel punto dove un tempo il Naviglio Interno si immetteva nel Tronco Maestro del Bacchiglione, punto di passaggio obbligato per le imbarcazioni che lasciavano la città per dirigersi verso Venezia.
Fine dei servizi alle Porte Contarine verso le ore 22:30 ca.
Per chi interessato, il rientro al Bassanello può essere effettuato con il tram.

Prezzo: euro 20,00
il prezzo include l’escursione in battello e l’illustrazione del percorso con guida a bordo.
LINK DI PRENOTAZIONE: https://bit.ly/2CvEWhM

L’Arte del ‘300
nella Basilica di Sant’Antonio
Mercoledì 22 luglio, ore 19:45
Appuntamento: davanti l’Oratorio di San Giorgio.

La Basilica di Sant’Antonio si erge nella città di Padova come uno dei monumenti più rilevanti della fede cristiana ed è anche uno scrigno prezioso della pittura religiosa trecentesca. Sulle pareti delle cappelle interne i pittori, eredi dell’arte giottesca, svilupparono dei cicli di affreschi che per qualità e quantità non hanno pari in tutta la storia dell’arte. Questi cicli di affreschi costituiscono un nucleo rilevante assieme ad altri della città dipinta che ha permesso a Padova di candidarsi come città Unesco 2020.
La visita svilupperà l’analisi artistica delle cappelle trecentesche con una particolare attenzione alla narrazione delle vicende storiche e dei legami sociali e politici al tempo dei Carraresi. La visita presenterà le opere di Altichiero nella Cappella di San Giorgio sul sagrato del Santo, le opere di Altichiero e Avanzo nella Cappella di San Giacomo e quelle di Giusto dei Menabuoi nella Cappella del Beato Luca Belludi.
La visita terminerà verso le 21:15 circa.

Prezzo: euro 15,00
Il prezzo include la guida e gli ingressi.
LINK DI PRENOTAZIONE: https://bit.ly/3iY7Bgi


Caffè Pedrocchi:
antiche atmosfere padovane
Giovedì 23 luglio, ore 20:30
Appuntamento: piazzetta Pedrocchi.

Visita guidata al Piano Nobile del celebre Caffè senza porte. L’enorme sala da ballo e le salette affrescate che hanno fatto da sfondo ad avvenimenti storici tra rivoluzione, scienza e musica scoprendo perché studenti ed alta borghesia lo scelsero come luogo d’elezione.
Come nota finale brindisi con vini bianchi e rossi del Triveneto e degustazione di prelibatezze locali nelle sale storiche del pian terreno accompagnati dai colori della nostra bandiera Italiana.
La visita terminerà verso le ore 21:45 circa, per lasciare spazio alla degustazione.
La degustazione al Pedrocchi comprende: Prosecco DOCG Bisol; selezione vini bianchi e rossi fermi del Triveneto; Trilogia di pizza; Tempura di verdura; Baccalà mantecato su crostino di pane; Salmone affumicato su crostino di pane.

Prezzo: euro 18,00
Il prezzo include la guida, l’ingresso al piano nobile del Pedrocchi e la degustazione.
LINK DI PRENOTAZIONE: https://bit.ly/3fwi5l2

In battello da Padova a Stra
e visita di Villa Foscarini
Giovedì 23 luglio, ore 20:20
Appuntamento: al pontile della Scalinata del Portello.

Antico porto fluviale cittadino provvisto di scalinata cinquecentesca, elegante portale in pietra bianca d’Istria e torretta con orologio; qui facevano capo i battelli che, percorrendo fiumi e canali navigabili, collegavano Padova e la sua provincia con la laguna di Venezia. Navigando lungo il Piovego e costeggiando le antiche mura bastionate cinquecentesche, si sottopassa il vecchio ponte dei Graissi, arrivando a Noventa Padovana. Un tempo qui si fermavano le barche, i passeggeri e le merci che, giungendo da Venezia lungo il sentiero dell’acqua, arrivavano poi a Padova su carri. Ma in seguito, a causa dell’apertura del Canale del Piovego che permetteva di arrivare fino a Padova, tale località perse d’importanza. A testimoniare tale passato restano tuttavia le numerose ville: signorili dimore per la nobiltà veneziana. Fra queste incontriamo la solitaria e superba Villa Giovanelli, ampiamente affrescata, costruita alla fine del Seicento, la cui struttura architettonica unisce caratteristiche compositive del Palladio e del Longhena; un singolare monumentale pronao a forma pentagonale, alte colonne corinzie con timpano ornato di statue, una maestosa scalinata: elementi che rendono imponente e scenografico il suo aspetto esterno.
Superate le chiuse di Noventa Padovana e di Stra, con discesa di dislivello acqueo, si arriva a Stra, dove il Canal del Brenta si origina dal fiume Brenta.
Non lontano dalla Villa Pisani, sorge il complesso architettonico secentesco di Villa Foscarini Rossi. Secondo il costume aristocratico, per il loro suntuoso progetto edilizio, i Foscarini ingaggiarono illustri architetti che, assieme a pittori e decoratori del Seicento veneto, crearono e decorarono una residenza in grado di esprimere l’importanza del casato.
Arrivo a Stra alle 22 circa e visita di Villa Foscarini e della Foresteria con lo spettacolare salone ricoperto da affreschi a soggetto mitologico e allegorico.
E’ prevista inoltre la visita del Museo della Calzatura, allestito nel corpo nobile della Villa.
Dopo la visita, alle 23 circa imbarco sui pullman e rientro al Portello di Padova per le ore 23.30 circa.

Prezzo: euro 30,00
Il prezzo include un drink di benvenuto in battello, la navigazione da Padova a Stra, le guide, l’ingresso a Villa Foscarini e al Museo della Calzatura, il rientro in pullman a Padova.
LINK DI PRENOTAZIONE: https://bit.ly/2AVhpX7

Villa Foscarini di Stra
in battello da Stra a Padova
Giovedì 23 luglio, ore 20:15
Appuntamento: Stazione delle autolinee, vicino alla Stazione di Padova e trasferimento in pullman a Villa Foscarini di Stra
.

Il complesso architettonico secentesco di Villa Foscarini Rossi sorge a Stra non lontano dalla Villa Pisani. Secondo il costume aristocratico, per il loro suntuoso progetto edilizio, i Foscarini ingaggiarono illustri architetti come Vincenzo Scamozzi, Francesco Contini, Giuseppe Jappelli, i quali, assieme a pittori e decoratori del Seicento veneto, crearono e decorarono una residenza in grado di esprimere l’importanza del casato – la famiglia infatti aveva dato alla Serenissima un Capitano da Mar e un Doge. Nel 1864 il complesso passò alla famiglia Negrelli e, alla metà degli anni ’80 del Novecento, alla famiglia Rossi. Dopo un accurato restauro di valorizzazione il complesso è stato adibito a sede museale.
Arrivo a Stra e visita di Villa Foscarini che prevede la visita della monumentale Foresteria con lo spettacolare salone ricoperto da affreschi a soggetto mitologico e allegorico (attribuiti al pittore Pietro Liberi 1605-1687 e al quadraturista Domenico Bruni).
E’ prevista inoltre la visita del Museo della Calzatura, allestito nel corpo nobile della Villa che contiene oltre 1500 modelli ospitati nelle sale che scandiscono l’evoluzione del gusto e del nostro modo di vivere nella seconda metà del Novecento e raccontano la creatività degli stilisti, mostrandone il loro peculiare linguaggio: Christian Dior, Yves Saint Laurent, Ungaro, Givenchy ed altri ancora.
Dopo le visite, alle 22.15 circa imbarco sul battello attraccato davanti Villa Foscarini e navigazione verso Padova.
Superate la chiusa di Stra arriviamo alla Chiusa di Noventa Padovana, con risalita di dislivello acqueo e imbocchiamo il Piovego. A Noventa Padovana, un tempo qui si fermavano le barche, i passeggeri e le merci che, giungendo da Venezia lungo il sentiero dell’acqua, arrivavano poi a Padova su carri. Successivamente, a causa dell’apertura del Canale del Piovego che permetteva di arrivare fino a Padova, tale località perse d’importanza. A testimoniare tale passato restano tuttavia le numerose ville: signorili dimore per la nobiltà veneziana tra cui incontriamo la solitaria e superba Villa Giovanelli, ampiamente affrescata, costruita alla fine del Seicento, la cui struttura architettonica unisce caratteristiche compositive del Palladio e del Longhena; un singolare monumentale pronao a forma pentagonale, alte colonne corinzie con timpano ornato di statue, una maestosa scalinata aggiunta dal Massari nel 1738: elementi che rendono imponente e scenografico il suo aspetto esterno. Procedendo con la navigazione sottopassiamo lo storico vecchio Ponte dei Graissi e costeggiando le antiche mura bastionate cinquecentesche arriviamo al Portello, Antico porto fluviale cittadino con scalinata cinquecentesca, un elegante portale in pietra bianca d’Istria provvisto di colonne e una torretta con orologio; qui facevano capo i battelli che, percorrendo fiumi e canali navigabili, collegavano Padova e la sua provincia con la laguna di Venezia.
Arrivo al Portello verso le 23:30 e fine dei servizi.

Prezzo: euro 30,00
Il prezzo include il trasferimento in pullman a Stra, le guide, l’ingresso a Villa Foscarini e al Museo della Calzatura, la navigazione da Stra a Padova e un drink di benvenuto in battello.
LINK DI PRENOTAZIONE: https://bit.ly/2ZpztlO

Tra Miseria e Nobiltà
Venerdì 24 luglio, ore 18:15
Appuntamento: davanti la Chiesa del Carmine, accanto alla statua del Petrarca.

Da Piazza del Carmine attraverseremo il borgo di Ponte Molino, luogo di bellissimi palazzi nobiliari ma anche zona in cui si aprirono i casini, viuzze in cui convivevano tutti: religiosi, signori e prostitute. La passeggiata si sviluppa lungo le vie Rolando da Piazzola e Dante per terminare in Piazzetta Terragni (Teatro Verdi).
Fine della passeggiata verso le ore 19:45 circa.

Prezzo: euro 8,00
Il prezzo include la guida che racconta e illustra il percorso.
LINK DI PRENOTAZIONE: https://bit.ly/3j1zCU0

Palazzo della Ragione
Sabato 25 luglio, ore 20:30
Appuntamento alla scalinata di accesso, lato piazza delle Erbe.

Esclusiva visita guidata serale del Salone di Palazzo della Ragione, svelando i retroscena delle sue molteplici funzioni in sei secoli di attività e raccontando arti mestieri botteghe descritti nel più grande ciclo astrologico al mondo affrescato lungo le pareti.
Uno sguardo dalla loggia su Piazza delle Erbe per ricordare gli antichi mercati e discesa dalla recuperata Scala del Vin per terminare sotto il Volto della Corda, luogo di pene ed espiazioni.
Fine della visita prevista per le ore 22 circa.

Prezzo: euro 12,00
Il prezzo include la guida, il costo di ingresso serale, il costo del noleggio dei whisper.
LINK DI PRENOTAZIONE: https://bit.ly/30cnvey


Arqua’ Petrarca
Il giardino e il borgo del Poeta
Sabato 25 luglio, ore 15:30
Appuntamento: al parcheggio di Piazza Rabin, Prato della Valle e trasferimento in pullman a Arquà.

Arquà Petrarca è uno dei più bei borghi medievali d’Italia, situato nella parte meridionale dei Colli Euganei, su alture poste sotto il Monte Ventolone. Deve il suo nome dal latino Arquatum, essendosi sviluppato lungo le falde dei rilievi.
Fu luogo già abitato in epoca preistorica e agli inizi del primo millennio l’intera area dei colli venne popolata dai Veneti antichi: loro insediamento principale fu Este. Lentamente tale civiltà si fuse poi con quella romana e tutto il territorio atestino fu aggregato alla X Regione d’Italia comprendente le terre venete e l’Istria. Nel Medioevo sul colle venne edificato un castello.
Sotto il Comune padovano, Arquà fu sede podestarile e venne innalzata al rango di Vicaria alla fine della Signoria Carrarese. Nel 1405 passò sotto il dominio della Serenissima Repubblica di Venezia fino al 1797, quando il Veneto venne aggregato all’Austria. Il 1866 è l’anno della ricongiunzione al Regno d’Italia.
Passeggiata e visita al Borgo Alto e della Casa del Petrarca.
Visita al Giardino e al Piano terra della dimora in cui il poeta, ormai anziano e malato, scelse di trascorrere in pace gli ultimi anni della sua vita, attendendo agli amati studi e circondato dalla sua piccola famiglia. Ripercorreremo le tappe principali della sua vita e narreremo le storie degli amici suoi più cari, tra questi: Francesco il Vecchio da Carrara, suo figlio Francesco Novello e alcuni esponenti dell’entourage dei Signori di Padova, come il medico Jacopo Dondi.
Loggia dei Vicari, Piazza San Marco.
Visita al Borgo di Sotto: Chiesa Parrocchiale di Santa Maria, Tomba del Petrarca, Fontana del Petrarca.
Dopo la visita imbarco sul pullman e rientro a Padova previsto per le ore 19:30 circa.

Prezzo: euro 20,00
Il prezzo include la guida, in trasferimento AR in pullman e gli ingressi.
LINK DI PRENOTAZIONE: https://bit.ly/2ZtwtoB

Padova on Bike
City-Bike Tour alla scoperta della città rivelata
Domenica 26 luglio, ore 8:45
Appuntamento con la guida alla Barriera Saracinesca (inizio Riviera Paleocapa, all’incrocio con via Moro).

Partenza lungo le ciclovie cittadine, con mascherina di protezione nel rispetto delle normative vigenti.
City-Bike Tour alla scoperta dei parchi pubblici, dei giardini storici e delle aree verdi cittadine. La Padova Rivelata è una città che si racconta lungo il percorso delle ciclovie urbane, tra mura veneziane, vie d’acqua, bastioni, porte monumentali e parchi pubblici.
L’itinerario prevede alcune soste, che consentiranno di ricostruire la bellezza degli antichi borghi, in particolare il Vanzo e Città Giardino, la storia dei loro giardini, ormai scomparsi, un tempo punteggiati di piante rigogliose, di laghetti e tempietti e attraversati da sinuosi percorsi.
Il percorso segue per un tratto il tracciato delle mura cinquecentesche, a ridosso delle quali sorsero giardini monumentali e lussureggianti parchi, e dove angoli di natura colloquiano ancora oggi con la storia più antica.
Il Roseto di S. Giustina, il Giardino Treves de’ Bonfili, progettato nella prima metà Ottocento da Giuseppe Jappelli e i Giardini dell’Arena, realizzati nel primo Novecento nell’ambito della riorganizzazione urbanistica a nord della città, sono alcuni dei siti che si toccano lungo il percorso.
Costeggiando infine il Lungargine Piovego, lungo il viale ciclopedonale tra architetture moderne e sedi di istituti universitari, si conclude con la monumentale Porta Portello, solenne e scenografico ingresso alla città di Padova.
Durata della visita: 2 ore circa

Prezzo: euro 17,00
Il prezzo l’assistenza di una guida autorizzata che illustra il percorso.
LINK DI PRENOTAZIONE: https://bit.ly/32cGgRB

Trekking in città
a passi lenti, lungo le Riviere, fra acqua e storia
Domenica 26 luglio, ore 17:30
Appuntamento: Riviera Businello presso il Ponte della Morte (dietro alla Chiesa di S.Daniele).

Padova e le sue acque, storia millenaria di condivisione.
Fondata dai Veneti Antichi in prossimità del fiume Medoacus; sono loro i primi a usare queste acque per i commerci, l’artigianato, per frapporre la città dei vivi da quella dei morti.
I romani costruiscono un porto fluviale con banchine e moli di attracco, così da agevolare il carico e scarico delle mercanzie. Nel Medioevo il fiume non basta, compaiono canali artificiali in più punti della città, trovano posto così i molini, magli e opifici, facendo sì che il tessuto economico della città cresca e si arricchisca. Partiamo da Riviera Businello.
Qui si trovavano gli antichi mulini, uno degli opifici più importanti della città medievale. Raggiungiamo il ponte delle “Torreselle”, dove si trovava una delle quattro porte medioevali della prima cerchia di mura. Lungo via Tiso da Camposampiero troviamo le tracce dell’attività portuale e, quasi inaspettato ci appare il castello, luogo simbolo del potere dei Carraresi, oggi fiore all’occhiello della città , grazie al recupero fortemente voluto dalla nostra amministrazione. Infine giungiamo alla Specola, da qui parte il percorso della città d’acque individuabile. La maestosità della costruzione è l’immagine del ruolo che ha ricoperto nel passato. Arrivo del famoso “traghetto” e estremo baluardo di difesa della città, ha una storia antica…
Seguendo il corso del Tronco Maestro percorriamo le riviere dove purtroppo non vediamo più la chiesa di Sant’Agostino, ma riconosciamo le vestigia delle vecchie mura che ci accompagnano verso piazza Capitaniato. Lì, ricordando la Reggia dei Carraresi concluderemo la nostra passeggiata fluviale..
Il trekking lungo le vie d’acqua si concluderà in Piazza Capitaniato verso le 19:30.

Prezzo: euro 12,00
Il prezzo include l’assistenza di una guida autorizzata che illustra il percorso e il noleggio dei whisper.
LINK DI PRENOTAZIONE: https://bit.ly/309SwQh

Percorsi Carraresi
dalla Reggia al Castello
Mercoledì 22 e venerdì 24 luglio
Appuntamento alle ore 19 in Piazza dei Signori, sotto la Torre dell’Orologio.

Partendo da Piazza dei Signori, per comprendere le dimensioni e l’impatto urbanistico della trecentesca Reggia Carrarese, passeggeremo tra le suggestive Piazze San Nicolò e Capitaniato. Scopriremo la raffinatezza della Corte Carrarese che ospitò personaggi di spicco della vita politica, artistica e letteraria di quel tempo storico.
In Piazza Duomo, importante centro religioso cittadino, ammireremo l’esterno del Battistero della Cattedrale, scelto da Fina Buzzaccarini quale luogo di sepoltura di famiglia.
Infine, attraverso Via Barbarigo, raggiungeremo il Castello Carrarese per la visita, in esclusiva, alcuni spazi rappresentativi dei molteplici usi ai quali questo antico manufatto si adattò; nato per essere fortezza e splendido luogo di rappresentanza della corte carrarese, dovette subire modifiche e scialbi. Ripercorreremo pertanto le tappe della sua lunga storia ammirando quanto i recenti restauri hanno riportato in luce, in particolar modo le tracce di affreschi.
Fine del tour verso le ore 20:40.

Prezzo: euro 8,00
Il prezzo l’assistenza di una guida autorizzata che illustra il percorso.
LINK DI PRENOTAZIONE: https://bit.ly/328OgTE

Percorsi Carraresi
dalla Reggia al Castello tra Ponti e Canali
Martedì 21 e giovedì 23 luglio
Appuntamento ore 19 in Piazza dei Signori, sotto la Torre dell’Orologio.

Nella splendida cornice di Piazza dei Signori e di Piazza Capitaniato racconteremo le vicende politiche e culturali della famiglia dei Carraresi.
Passando in via Dietro Duomo e lungo l’antica e signorile via Vescovado raggiungeremo i ponti dai quali avere mirabili scorci sulla Specola e su Padova, città d’acque.
Termineremo la nostra visita al Castello Carrarese dove avremo modo di visitare, in esclusiva, alcuni spazi rappresentativi dei molteplici usi ai quali questo antico manufatto si adattò; nato per essere fortezza e splendido luogo di rappresentanza della corte carrarese, dovette subire modifiche e scialbi. Ripercorreremo pertanto le tappe della sua lunga storia ammirando parte degli affreschi riportati alla luce.
Fine del tour verso le ore 20:40.

Prezzo: euro 8,00
Il prezzo l’assistenza di una guida autorizzata che illustra il percorso.
LINK DI PRENOTAZIONE: https://bit.ly/3gXRb5U


Oltre alla prenotazione online è possibile prenotare i Notturni Padovani presso i seguenti punti vendita:

Ufficio Informazioni IAT Pedrocchi, Vicolo Cappellato Pedrocchi 9, Padova – Tel. 049 5207415
Agenzia Viaggi Carraresi Tour, via Jacopo Facciolati, 160 B, 35127 Padova – Tel. 049 8763020
Antoniana Viaggi, via Porciglia 34, 35121 Padova – Tel 049 8760233
Doit Viaggi, via Tiziano Aspetti 246, 35133 Padova – Tel. 049 618500
Amon Viaggi, viale delle Terme 145, 35031 Abano Terme – Tel 049 8669044
Jockey Viaggi, via Euganea Treponti, 125/127, 35033 Teolo – Tel. 049 9902930

Share
L     uoghi citati nel testo
           clicca qui per visualizzare la mappa

info@booking-on-line.com padovaeventi.comune.padova.it



Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

135 q 0,151 sec