11/11/2017   18/11/2017   25/11/2017  02/12/2017      Per i
I video sbarcano al Museo

I video sbarcano al Museo


Rassegna di documentari sulla navigazione fluviale con inclusa la visita al Museo Civico della Navigazione Fluviale per 4 sabati di seguito, a partire da sabato 11 novembre.


Per 4 sabati di seguito, a partire da sabato 11 novembre, alle ore 16.00 il MUBA organizza, per i visitatori che prenoteranno, le visite guidate al Museo accompagnate dalla proiezione di documentari sulla navigazione fluviale commentati dal vivo dai protagonisti, autori o barcari. La durata è di circa 2 ore.
Saranno 4 pomeriggi speciali, integrando alla consueta visita guidata la proiezione di video divulgativi – documentari culturali e didattici – sul tema della navigazione fluviale e del relativo habitat,
commentati dal vivo dai protagonisti, autori e/o barcari.
Gli incontri sono un’opportunità di confronto per sentire dalla loro voce le esperienze e gli approfondimenti su storia e storie, cultura e tradizioni, ambiente e percorsi della Civiltà dell’Acqua, declinati con l’occhio della telecamera.
In questa rassegna – che si confida possa essere la prima di una serie periodica – sarà percorso un articolato itinerario: geografico, storico-culturale, antropologico, con i corsi d’acqua e la navigazione quale punto di vista e di riferimento.
Calendario 2017:
– sabato 11 novembre “Gente del Po” (1943-1947, durata 10’) di Michelangelo Antonioni;
– sabato 18 novembre “Il Canale Bisatto tra i Colli Euganei” (2005, durata 35’) di Giorgio Ferrato,
sceneggiatura Carmelo Bonanno;
– sabato 25 novembre “Narciso, dagli Euganei all’Adriatico” (2002, durata 34’) di Giorgio Ferrato,
sceneggiatura Carmelo Bonanno;
– sabato 2 dicembre “La memoria dell’acqua” (2012, durata 30’) di Daniela Antonello e Pierluigi
Fornasier.
La prima opera è un must dei cortometraggi sul tema della navigazione interna, realizzata dal famoso regista Michelangelo Antonioni, allora giovane artista. E’ uno spaccato di vita dei barcari
lungo il Po e degli abitanti del Delta. Per commentare l’opera saranno presenti Antonio Antonioni, nipote dell’autore, e Franco Pozzati, barcaro del Po, classe 1935.
Il secondo ed il terzo video uniscono mito e realtà. Si inizia dai miti di Prometeo e di Psiche che percorrono il corridoio culturale rappresentato dal Canale Bisatto, dal suo sorgere dal laghetto di
Fimon fino a Battaglia Terme. Quindi si riprende, coinvolgendo Narciso e la “perduta” Eco, navigando i luoghi del basso corso del Bacchiglione, dai Colli Euganei fino alla foce del Brenta a Brondolo. In entrambe le date sarà presente il regista Giorgio Ferrato che svelerà le ragioni dell’accostamento del mito al corso della storia lungo gli alvei nostrani.
La quarta proiezione riguarda un’opera più recente, che ha riscosso il plauso per la capacità poetica di raccogliere le testimonianze di alcuni “veci barcari”, big della navigazione fluviale
padovana (ad esempio Guido “Ciodo” Gambillara, Idelma Argenti, Emilia Nicoletti, Riccardo Cappellozza) unendole ad una colonna sonora perfetta simbiosi di musica ed acqua – realizzata dalla compianta Damiana Fiscon. Sarà presente il co-autore e regista Pierluigi Fornasier.
E’ l’occasione per tutti, grandi e piccini, per trascorrere un sabato pomeriggio in un meraviglioso contesto fluviale, sulla Punta dell’Ortazzo sede del Museo, a Battaglia Terme, Paese dei Barcari, Museo della navigazione a cielo aperto. Per coloro che volessero fermarsi a cenare a Battaglia sono previste delle agevolazioni presso i ristoratori che hanno aderito all’iniziativa.
Programma (dalle ore 16.00, circa 2 ore):
– visita guidata del Museo,
– proiezione video,
– dibattito con i protagonisti sul tema della navigazione fluviale ed il rapporto con l’habitat.

Note di servizio:
– l’iniziativa rientra nelle attività poste in essere dal Museo per perpetrare la cultura della Civiltà
dell’Acqua, ed in particolare le attività della navigazione fluviale, non con scopi nostalgici, ma per
migliorare la qualità della vita della comunità oggi e per il domani;
– ogni visitatore concorre, con la sua presenza ed il versamento della quota di ingresso, a sostenere la missione del Museo;
– chi arriva al Museo in automobile è pregato di parcheggiarla nel Piazzale Ortazzo, proseguendo a piedi per circa 300 metri fino al Museo.

In occasione delle visite guidate saranno disponibili le ultime copie della ristampa del libro “Canali e Burci”, ad euro 20,00 anzichè 25,00. Il Museo è regolarmente aperto al sabato e alla domenica.
E’ possibile per gruppi di almeno 10 persone richiedere la prenotazione di una visita durante la settimana.
A richiesta è possibile organizzare anche una visita dall’acqua a bordo del Burceto, uno degli ultimi barconi in legno, privo di motore, condotto con le tradizionali tecniche dei barcari e della voga alla veneta.
Museo Civico della Navigazione Fluviale,     via Ortazzo 63, Battaglia Terme
Il costo di euro 10,00 per persona (7,00 euro il ridotto). E' obbligatoria la prenotazione, essendo i posti limitati a 25 visitatori.



Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

99 q 0,321 sec