31/10/2017             
Halloween da urlo in tutta Padova

Halloween da urlo in tutta Padova


Dai più grandi a i più piccoli, ce n'è davvero per tutti i gusti per passare una festa all'insegna del divertimento.


Un Halloween da urlo in tutta Padova e provincia, con una serie di spaventosissime feste che animeranno tutta la città. Dai più grandi a i più piccoli, ce n’è davvero per tutti i gusti per passare una festa all’insegna del divertimento.

Ad Abano Terme si svolgerà la “Abano street Halloween”, una quattro giorni di festa per le famiglie dal 28 ottobre al 1 novembre. Tra le nebbie autunnali ei fumi dell’acqua termale si materializzano maghi, giocolieri, trampolieri, un castello di ghiaccio e una zucca dei desideri: questi ed altri intrattenimenti animeranno l’isola pedonale e il Parco Urbano Termale nelle giornate del 28, 29, 31 ottobre e 1 novembre in cui oramai è consolidata la ricorrenza di Hallowen. La scelta dell’amministrazione è stata quella di privilegiare le famiglie e i bambini. Si inizia con il Castello della Regina dei Ghiacci, nella Piazza Dondi del Parco Urbano Termale, dove, entrando accompagnati dal custode del castello,si potrà assistere ad un racconto di “ghiaccio”. Il castello lascerà poi il posto il 31 ottobre ad una grande zucca dei desideri. Anch’essa ospiterà chi coraggiosamente vorrà entrare. Nella passeggiata del Parco Urbano si potrà trovare un piccolo circo di giocoleria e una truccabimbi, uno spettacolo di magia e dei balli di gruppo.
Il 31 ottobre in Parco Urbano alle 17.30 si esibiranno le Strie in un spettacolo di giocoleria con il fuoco, spettacolo che sarà replicato alle 18.30 in isola pedonale. In sostanza, in questi quattro giorni di festa per le famiglie ci saranno molte animazioni che contribuiranno a rendere l’atmosfera di festa e fantasia che caratterizzano questo periodo dell’anno che, quest’anno, come dichiara l’Assessore alle Manifestazioni Ermanno Berto “non coincide con un lungo ponte, trovandosi in mezzo alla settimana la festività dell’1 novembre, ma che abbiamo voluto comunque animare, pensando così di promuovere l’idea di una città vivace e attenta alle famiglie e ai bambini. Auspico che queste molteplici iniziative, realizzate nel corso di questi primi mesi della nuova amministrazione, anche in collaborazione con le attività produttive, segnino l’inizio di un percorso condiviso chepuò essere solamente positivo per la città.”

Al MUSME Hallween è già soldout, per la “Notte da brivido” e la lista d’attesa è già lunga. Entrare in un museo quando è chiuso al pubblico è già di per sé emozionante, ma quando a riempire le sale sono scheletri e organi plastinizzati, allora l’occasione diventa imperdibile. Così, il primo appuntamento notturno al MUSME, dedicato ai ragazzi fra i 10 e i 14 anni, ha già fatto il tutto esaurito.
Si inizia alle 21 con accoglienza e suddivisione in squadre. Il Museo propone un gioco affascinante: la risoluzione di un vero e proprio “cold case” internazionale. Si tratta di svelare il mistero di un medico scomparso in circostanze sospette mentre progettava l’antidoto per guarire una malattia virulenta. Il medico aveva lasciato una lettera ai suoi assistenti perché potessero terminare la sua missione, ma qualcuno sta rendendo impossibile realizzare questo vitale obiettivo. Ai ragazzi verranno dati gli indizi per portare alla luce gli ingredienti dell’antidoto che salverà l’umanità, in una caccia al tesoro all’interno delle sale del MUSME, tra veleni, pozioni salvifiche e virus da fine del mondo. Fondamentale la ricerca delle chiavi di un misterioso baule contenente la ricetta dell’antidoto. Solo una squadra riuscirà nell’impresa. Ma al MUSME non si dimentica mai che scienza è condivisione, così le informazioni e l’antidoto saranno messi a disposizione di tutti.
Allo scoccare della mezzanotte ultimo sorso di camomilla e tanti sogni d’oro. La mattina seguente “colazione da urlo” e per i partecipanti che non ne avessero avuto ancora abbastanza di emozioni e misteri, visita gratuita delle sale del museo che aprirà normalmente alle 9.30.
Possono partecipare i ragazzi dai 10 ai 14 anni, rigorosamente NON accompagnati. Per passare la notte al MUSME bisogna portare un sacco a pelo, pigiama, oggetti per l’igiene personale, torcia elettrica e un materassino (a chi non ne fosse in possesso il museo fornirà un tappetino da aerobica).

Per i più grandi invece, dopo l’ultimo grande successo di settembre, Fake Student torna al Geox di Padova e propone un nuovo evento per festeggiare in grande stile la notte di Halloween. Parteciperà per animare la serata dj FANZ, uno dei migliori dj in circolazione che vanta grandi collaborazioni e prestazioni nei locali d’eccellenza nel padovano e limitrofi. Resident del Fake Student, sarà presente per confermare la sua fama grazie ai suoi brani che fanno ballare migliaia di persone. Confermata anche la presenza di Riccardo Boscaro, dj e producer già noto nella nightlife padovana. Guest di molte serate, sarà il suo primo Fake Student.

Extra Extra presenta invece “FLU 90 Party + Swag”, due feste che gli appassioanti già conoscono bene e che la notte di Halloween si trasformerà in un’accoppiata vincente. Al level 1 infatti “FLU 90 Party”, l’evento di Radio Stereocittà con la notte dedicata agli ANNI 90. Ospite dal vivo Carolina Marquez, cantante colombiana naturalizzata italiana, conosciuta per le sue hit S.e.x.o., Amor Erotico, Ritmo, Discomani e Sing La La La. In consolle dj’s FUXY & MAX REBA.
Al level 2 “SWAG The Best Halloween Party in Town”. Global Sound Influenced by HIP HOP / REGGAETON / TROPICAL FUTURISM / GLOBAL ROOTS / DIGITAL FOLK. DJ Augustine DjAgo Donkor.

Per chi preferisce invece una serata a teatro, ad Halloween va in scena Frankenstein. Nel bicentenario del celebre romanzo, la compagnia professionista “Barabao Teatro” tributa a Mary Shelley un libero adattamento, in chiave comica e noir, dell’omonimo romanzo. Il debutto il 31 ottobre alle 21.00 al Piccolo Teatro Don Bosco, in Via Asolo 2 a Padova. Biglietto: 10 euro intero, 8 euro ridotto (studenti fino 26 anni, over 65 e tesserati BARABAO teatro) Info: 393.9812287.
Regia: Ted Keijser. Con: Ivan Di Noia, Cristina Ranzato, Romina Ranzato, Mirco Trevisan. Musiche: Andrea Mazzacavallo. Costumi e scenografia: Licia Lucchese. Durata: 1h e 10 minuti.
Lo spettacolo si apre con Mary Shelley, scrittrice romantica che, appena diciottenne, già è considerata figura di punta dell’epoca. Un salto temporale ci porta all’estate 1816, nelle stanze buie e sinistre di Villa Diodati: è la notte dei fantasmi che darà i natali al moderno Prometeo e al primo racconto di Vampiri. E ancora un flashback: Victor Frankenstein è internato per gli squilibri di salute causati dai suoi esperimenti. Il cuore dello spettacolo è il confronto tra Victor e la Creatura. Un mostro, un reietto: creato e abbandonato. Rifiutato dal suo stesso creatore.
Una nuova produzione firmata Barabao e pensata per gli Stabili. Una produzione ponderata che nasce dallo studio di uno tra i più celebri romanzi della letteratura di tutti i tempi. Un approccio al testo che vede la luce a partire dalla sua attenta traduzione dall’inglese. Un adattamento costato più di un anno di lavoro. La compagnia di attori professionisti de “Barabao Teatro” calca la scena al completo per questa rivisitazione originale che coniuga un linguaggio comico, cifra distintiva della compagnia, allo stile nordico e del noir inglese che caratterizza invece il regista olandese Ted Keijser. Lo spettacolo – intervallato dalle musiche irriverenti di Andrea Mazzacavallo – porta in scena le suggestive maschere gotiche di Licia Lucchese, srotolando emozioni ed effetti a sorpresa, in un crescendo di suspense. Adatto sia a chi conosce l’opera di Mary Shelley che a chi pensa ancora che Frankenstein sia…il mostro.

Più raffinato il programma del Pedrocchi, chedalle 20.30 propone una cena a tema con l’evento “Total Black” e che attenderà poi, ad ingresso libero, maschere e urla spaventose per la serata all’insegna della musica con dj set e show. Dress code ovviamente total black.

Speciale anche la programmazione al cinema, dove molte sono le proposte dei film in sala come il terrificante remake “It” o il film d’animazione per bambini “Vampiretto”, ma anche nuove uscite come l’ormai noto Jigsaw che si riprende Halloween con “Saw – Legacy”. Un evento speciale porta invece al cinema Shining, film tratto dal romanzo di Stephen King. Sotto l’influenza malefica dell’Overlook Hotel sulle montagne rocciose dove ha accettato il lavoro di guardiano d’inverno con moglie e figlio, Jack Torrence sprofonda in una progressiva schizofrenica follia che lo spinge a minacciare di morte i suoi cari.
E’ possibile vedere il film al The Space Cinema, al Mpx – Multisala Pio X e al Porto Astra.

Ce n’è per tutti i gusti invece in Prato della Valle a Padova, dove si conclude l’edizione dell’Oktoberfest con “Birretta o scherzetto?” Quest’anno Halloween si festeggia infatti in un modo nuovo e diverso a Oktoberfest Padova, la più grande bierfest d’Italia in corso in Prato della Valle.
Per la notte del 31 ottobre (che sarà anche l’ultima della kermesse) gli organizzatori hanno predisposto una serie di eventi e sorprese per tutti i presenti; inoltre chi posterà sulla pagina Facebook di Oktoberfest Padova l’immagine del travestimento più originale riceverà premi in birra e gadget.
Oktoberfest Padova prosegue intanto a ritmo serrato, con il pieno di visitatori e un’atmsofera di festa che coinvolge l’intera città e tutti gli appassionati provenienti da varie regioni d’Italia e dall’estero. La musica live – tra le note maggiormente positive del festival – continua fino al 31 ottobre con un altro grande gruppo bavarese, i Klobnstoana Musikanten, sulla breccia da oltre 30 anni.
Ultimi giorni, dunque, per assaporare la birra originale HB e le delizie culinarie bavaresi in un contesto che ha poco da invidiare all’Oktoberfest di Monaco di Baviera.






Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

100 q 2,888 sec