Providence

Providence


Il vecchio scrittore Clive Langham, malandato e alcoolizzato, tormentato dai ricordi e recalcitrante all'idea della morte che pur s'approssima, vive una notte di allucinazioni


Il vecchio scrittore Clive Langham, malandato e alcoolizzato, tormentato dai ricordi e recalcitrante all’idea della morte che pur s’approssima, vive una notte di allucinazioni sospesa tra la realtà e il romanzo, in un grande castello sul quale pesa il potere corrosivo del tempo. Scola bottiglie di vino, tossisce, rantola, s’adira, piange. Ripensa alla moglie suicida e inventa un romanzo al cui centro mette, rifacendo, cancellando, ricamando, i familiari: il figlio Claude Langham, avvocato di successo; la nuora Sonia, moglie dello stesso; l’altro figlio, Kevin Woodford. ” una tempesta dell’animo, un tumulto di pensierl in cui il vecchio – sostenuto dall’alcool e mosso dai propri rimorsi di coscienza – riversa sulle figure responsabilità e colpe del tutto personali, alla ricerca di una sorta di confessione purificatrice e di una catarsi. Al mattino, ben vestito e sbarbato, riceve i figli e la nuora che vengono a festeggiarlo per il suo 78º compleanno. Le cordiali conversazioni e discussioni dimostrano nel convenuti una statura morale notevole e costituiscono un raggio di sole per Clive.


Regia: Alain Resnais Cast: Dirk Bogarde, Ellen Burstyn, Samson Fainsilber, John Gielgud, Peter Arne, Denis Lawson, Elaine Stritch, David Warner



119 q 0,341 sec