10
  21/03/2012            21:00

Il Casanova di Fellini


Introduce Gianni Vitale, l’attore Valerio Mazzucato prima del film legge alcune poesie di Andrea Zanzotto.


Liberamente ispirato alle Memorie (1791-98) di Giacomo Casanova. Per la prima volta il riminese esce dal suo terreno preferito di gioco per cimentarsi con l’Europa attraverso un personaggio del Settecento, emblematicamente proiettato sull’oggi e, riducendolo alla sua dimensione erotica, ne fa un Don Giovanni cialtrone, disperato, ossessionato, teatralissimo, sottaniere forsennato, atleta del sesso, così murato nella sua ottusa maschilità da essere un mezzo uomo. Come il solito, però, l’atteggiamento di Fellini verso il suo personaggio è ambiguo. Il filo rosso che attraversa il film è il rapporto nevrotico di Casanova con la donna, con il sesso femminile visto come gorgo. Circolare e coerente, nonostante la struttura rapsodica, in sapiente equilibrio tra orribile e tenero, favoloso e ironico, è, forse, il più compatto e significativo risultato di Fellini nella seconda parte del suo itinerario.

Share
Fronte del Porto,     via S. Maria Assunta, Guizza - Padova
           clicca qui per visualizzare la mappa


Biglietto: 3,50 € con tessera Fronte del Porto Filmclub. La tessera del Fronte del Porto Filmclub costa € 5,00 ed è acquistabile alla biglietteria prima dell’inizio delle proiezioni.

www.promovies.it/fronte_del_porto_programma.html


164 q 0,193 sec