27
Gli eventi a Padova e non solo   
8 Marzo, festa della donna

8 Marzo, festa della donna


Anche quest'anno a Padova vengono organizzate diversi eventi per celebrare la tradizionale ricorrenza: incontri, film, danza, musica, gite in barca, mostre.


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Incontri e visite guidate. La Festa della Donna comincia già il 7 marzo con l’incontro promosso dal Consiglio di Quartiere 2 Nord, nella sala Riunioni di Quartiere di via Curzola 15, alle 21, intitolato Quando l’amore uccide: cosa trasforma l’uomo in carnefice e la donna in vittima. Il femminicidio è l’atto estremo di una violenza sempre più diffusa che lacera relazioni di coppia e familiari con maltrattamenti fisici e psicologici; ne parlano Luigina Longhi, psicologa-psicoterapeuta-consulente in sessuologia e Riccardo Calzeroni, giornalista-psicologo-consulente in sessuologia. Info: 049 616540 –8205080.
Da venerdì 8 a domenica 10 marzo, invece, alll’Orto Botanico dell’Università si terranno visite guidate a tema dal titolo La donna, la natura e il mito – La riscoperta delle bellezze della natura attraverso miti e storie di donne.  È un modo per onorare in modo diverso la Festa della donna attraverso un percorso che si snoda tra le sue antiche mura: piante e alberi saranno punti focali e con il loro ausilio saranno ricordate alcune celebri figure mitologiche. Ancor oggi l’alloro, la viola, il mirto e tante altre specie vegetali custodiscono numerosi aneddoti e storie e sono simbolo di amori, passioni, gelosie, tradimenti e vendette. Per informazioni visite.ortobotanico@unipd.it e tel. 049 8272123
Danza. Anche l’Unione Sportiva Acli di Padova vuole celebrare la Festa della Donna, con un’originale iniziativa dedicata alla danza, disciplina attraverso la quale trova diretta espressione l’universo femminile e le tematiche ad esso legate. L’appuntamento è per venerdì 8 marzo (con inizio alle 21), agli Impianti Sportivi Ca’ Rasi, che ospiteranno la 13ma edizione della rassegna Danza al Femminile, manifestazione organizzata con il patrocinio del Comune e della Provincia di Padova, della Regione Veneto e del Coni. La kermesse, con oltre un centinaio di ballerine, propone una parte dedicata alle esibizioni in rassegna, e una parte di balletti che partecipano al 10mo concorso Danza al Femminile, che premierà la coreografia che meglio rappresenta un soggetto o una tematica legati al mondo della donna, e che si distingue per capacità espressiva del tema narrato, tecnica e musicalità.
Il Consiglio di Quartiere 4 Sud/Est, invita venerdì 8 alle 21, presso la sala consiliare di via Guasti 12/ c, a Quando le donne danzano .. , il saggio a ritmo di danza popolare italiana ed europea dell’Ass. El Filo’ accompagnata dal gruppo musicale I Filomusici. Ingresso libero
Mostre. Sempre l’ 8 Marzo, in occasione della vernice della mostra 8X8.8 autori x 8 visioni presso Villa Roberto Bassi Rathgeb, in via Appia Monterosso 52 ad Abano Terme, si terrà Delle donne e dei misteri, performance coreutica su progetto di Elena Borgatti: in scena la compagnia di danza The Simple Company,  con l’accompagnamento musicale del Concentus Musicus Patavinus dell’Università degli Studi di Padova. Ingresso libero.
8 marzo, donne accolte dal Bembo: per loro ingresso gratuito alla mostra allestita al Palazzo del Monte in piazza Duomo a Padova. Pochi come Bembo hanno conosciuto pene e passioni d’amore e quello che più colpisce i visitatori della grande mostra di Palazzo del Monte è l’amore, celeberrimo, che lo legò a Lucrezia Borgia, bellissima figlia del Papa e moglie del Duca di Ferrara. Una relazione pericolosa e folle, testimoniata in mostra da due reperti molto singolari: il ricciolo di biondi capelli che lei si tagliò per donarli all’amante il quale, da parte sua, le dedicò il suo capolavoro letterario, gli’ Asolani’, e un meraviglioso bracciale d’oro a forma di serpente. Tutto questo prima di dover fuggire da Ferrara perché il legame era ormai di pubblico dominio e non poteva essere ulteriormente ignorato dal marito di lei. Nel nome di Pietro e Lucrezia, donne di ogni età potranno, l’8 marzo, ammirare gratuitamente la mostra e conoscere così da vicino un uomo di cultura e di passioni, letterato e cardinale, convinto estimatore dell’amore. Per maggiori info: www.mostrabembo.it
In Piazza Piazza dei SignoriLoggia della Gran Guardiasabato 9 marzo alle 12.30, inaugurazione della mostra  Facciamo la differenza organizzata dalla Commissione Pari Opportunità in collaborazione con la Fondazione Fontana Onlus che lavora per realizzare progetti di pace, cooperazione e solidarietà internazionale, educazione alla mondialità, informazione, microcredito e microfinanza. La mostra è frutto del percorso di approfondimento sui temi legati alla parità di genere che, nel presente anno scolastico, coinvolge oltre 2500 studenti di varie scuole di Padova e provincia. La classe 5E del Liceo Artistico Modigliani si è impegnata in particolare ad elaborare delle tavole per raccontare il tema della Parità di Genere alla cittadinanza. La mostra rimarrà aperta fino al 16 marzo con orario 10.30 – 14.30 e 15 – 19.
Alle 17, sempre sabato in piazza dei Signori – all’interno della sala della Gran Guardia – inaugurazione della mostra  Dialoghi con la materia organizzata dalla Commissione Pari Opportunità dove espongono le artiste Maria Teresa Frizzarin, Annamaria Olmo, Bianca Susy Piva e Mara Ruzza. Mostra visitabile fino al 2 aprile con orario 10.30-14.30 e 15-19. Chiuso i lunedì non festivi. Ingresso libero
Spostandoci più a sud, a Rovigo, iniziativa interessante nella giornata dell’8 marzo: accesso gratis alla mostra Il successo degli italiani a Parigi negli anni dell’Impressionismo: la Maison Goupil. Tutte le donne che vorranno confrontarsi con le magnifiche signore e damigelle d’altri tempi immortalate dagli artisti italiani del secondo Ottocento in mostra a Palazzo Roverella, venerdì potranno accedere gratuitamente e fruire anche di due visite guidate loro riservate (uomini non ammessi): la prima con inizio alle 16.30, la seconda alle 18. Saranno visite del tutto particolari, a tema. Verranno certo illustrate le opere esposte ma si partirà da esse per raccontare, e documentare, la società italiana e internazionale negli ultimi decenni dell’Ottocento, ben prima che la società europea riconoscesse i diritti delle donne, prima quindi, anche, della proclamazione della Giornata della Donna, oggi divenuta Festa della Donna. Info: www.palazzoroverella.com
Feste. Il Fishmarket club di Padova, in via Sarpi,  mette in scena la sera dell’8 marzo cinque bellimbusti fasciati in completi Optical che sembrano usciti da una commedia all’italiana degli anni d’oro… Si ritornerà agli anni Sessanta con le Onde Beat, in concerto alle 22.30 (ingresso libero, con tessera), un progetto musicale ispirato, sia nel look che nel repertorio, ai ruggenti anni ’60 made in Italy. Info: www.fishmarket.it
Festa della Donna…e non solo al Portello, con un pomeriggio di incontro, riflessione e confronto. Infatti Il Centro Servizio Volontariato provinciale di Padova – all’interno della propria sede, in via Gradenigo 10 – ha organizzato per venerdì 8 marzo un’insolita Festa della donna, promossa dal Comitato Portello in Festa in collaborazione con gli Amissi del Piovego. La giornata inizierà nel pomeriggio, alle 15 con la possibilità di effettuare un giro in barca di voga alla veneta accompagnati dagli Amissi del Piovego (da Porta Portello. Prenotazione: cell. 3487077807; offerta libera). Dalle 17 si continuerà con un momento di riflessione, con intermezzi musicali, sul tema dell’universo femminile. Seguono i laboratori per bambini, fra cui un laboratorio musicale, a cura di Silvia Quattrone, dottoressa in Psicologia e musicista e di Anna Vignando, dottoressa in Psicologia e musicista. Dalle 19.30 la Festa proseguirà con una cena condivisa e balli popolari. La Festa è aperta a tutti ed è ad ingresso gratuito. Info: 3357533979 portelloinfesta@email.it, www.csvpadova.org
Grande festa in Prato della Valle, angolo Santa Giustina, domenica 10 marzo dalle 16 alle 20, dedicata all’arivo della primavera e organizzata in onore delle donne dall’associazione Bastina – Comunità dei cittadini moldavi e non solo. Per l’occasione arriveranno a Padova popolari cantanti moldavi come Natalia Gordienco, Pavel Parfeni, Nicoleta Nuca e ricordando il ‘Martisor’ (piccolo marzo), a cui si ispira la festa che si celebra in Moldavia il 1° marzo saranno distribuiti a tutti i presenti fiocchi rossi e bianchi che porterebbero fortuna e serenità a chi li indosserà. Non mancherà la sfilata di bambini in costumi tradizionali accompagnati da balli e una sfilata femminile di abiti tradizionali denominata “Donne in primavera”. Durante la Festa sarà in funzione uno stand gastronomico. L’associazione chiede ai datori di lavoro delle numerose badanti di collaborare concedendo ai loro dipendenti di poter partecipare a questo importante evento.
Film. Si chiama Donne al Centro l’iniziativa organizzata dal Comune di Cadoneghe e dall’UDI per celebrare l’8 marzo. In programma per tutto il mese proiezioni di film e un incontro dedicato al rapporto fra le donne e il cattolicesimo all’Auditorium Ramin, alle 20.45. Si comincia proprio l’8 marzo con il film Un giorno speciale di Francesca Comencini; si prosegue poi 13 marzo con Carnage di Roman Polanski, mentre il 20 marzo proiezione de Il miglior incubo di Anne Fontaine e si chiude il 27, questa volta in Sala Calvino, con l’incontro condotto da Liviana Gazzetta (Società Italiana delle Storiche) su Il concilio e le donne. Come cambia il rapporto tra donne cattolicesimo nel II° Novecento. Info: Biblioteca P.P. Pasolini, 049 706986, biblioteca@cadoneghenet.it
Teatro. In occasione della Festa  della Donna  i Carichi Sospesi presentano due appuntamenti, due occasioni per ricordare, due omaggi: venerdì, Silenzio, spettacolo di Elisa Menon inserito nella rassegna Carichi di Scena  e sabato il reading di Anna Garbo vedi: www.padovando.com/teatro-danza/Silenzio/
e /www.padovando.com/teatro-danza/belletta/

 

Silvia Pasti

Share


Potrebbero interessarti anche



142 q 0,853 sec