6
             
“Tour della salute” al via

“Tour della salute” al via


Due camper gireranno i quartieri per far conoscere associazioni e opportunità


Le associazioni del Tavolo Salute Sport e Benessere di Padova capitale europea del volontariato 2020, sabato 10 ottobre inaugureranno il “Tour della salute!” sul Liston davanti al municipio.

Due camper dalle 10 a mezzogiorno saranno a disposizione dei cittadini per informare sulle attività associative, conoscere bisogni e offrire servizi alla cittadinanza.

Nel mese di ottobre i camper saranno presenti, ogni fine settimana, in luoghi diversi della città. Il servizio sarà attivo fino al 30 giugno 2021 e parteciperà al progetto “Padova città amica del volontariato”.

I volontari e le volontarie che offriranno il servizio gratuitamente, saranno ospitati nei due camper messi a disposizione dall’associazione Medici in Strada Città di Padova e da Croce Rossa Italiana Comitato di Selvazzano Dentro.

I camper “vestiti” con i colori ed i loghi di Padova capitale europea del volontariato 2020, saranno poi in tutti i quartieri della città: feste e mercati saranno occasione per incontrare le persone e fare informazione.

«Sabato sarà la prima volta che usciamo. Dovevamo farlo a febbraio ma la pandemia non ci ha consentito di attuare il programma ma ora si riparte con le stesse associazioni che avevano dato l’adesione – spiega Carmelo Lobello, presidente dell’associazione Medici di Strada Padova – Sono 18 le associazioni che hanno per ora aderito, ma altre si stanno aggiungendo e potremo consegnare le brochure delle 66 associazioni che fanno parte del nostro Tavolo. Grazie ai camper daremo tutte le informazioni utili per far conoscere sia le associazioni che i servizi per i cittadini. In questo periodo di chiusura abbiamo vissuto “il giubileo del volontariato”: mai abbiamo lavorato tanto insieme e mai abbiamo avuto riconosciuto l’impegno come in questo momento. Padova Capitale europea del volontariato 2020 è riuscita in un intento speciale: ha costruito un condominio di associazioni. Ora non siamo più piccole casette sparse per il territorio, ma lavoriamo insieme nelle parti comuni senza perdere l’identità. È un regalo che ci ha fatto questo progetto: stiamo diventando amici e troviamo maggiori risposte da dare» compreso il lavoro sul territorio del “Tour della salute!”.

Share




Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

123 q 0,147 sec