48
A Padova la prima auto ad idrogeno   
Toyota Mirai

Toyota Mirai


Casellato: “Spinta per il nostro territorio verso una nuova comunità energetica a idrogeno”


La giornata del 22 Luglio segna un primo passo per lo sviluppo della mobilità ad idrogeno nel settore privato in Italia. E’ stata consegnata, presso il concessionario Toyota Ferri Auto di Mestre, la prima auto ad idrogeno ad un privato.
Si tratta della nuova Toyota Mirai consegnata a Guido Casellato, CEO di H2C S.p.A., holding con più di 60 anni di storia nel settore dell’energia ed in particolare del gas naturale, con sede a Padova e ora nello sviluppo della filiera idrogeno in Veneto.

Credo che il percorso verso una mobilità a zero emissioni non potrà che far leva sull’utilizzo diffuso di mezzi alimentati ad idrogeno. – commenta Casellato – Questa scelta ribadisce la volontà strategica del gruppo di costruire un percorso volto a diffondere questa soluzione tra le più promettenti in termini di emissioni, disponibilità, autonomia e tempi di rifornimento. Una spinta per il nostro territorio verso una nuova comunità energetica a idrogeno. Verso lo sviluppo, la produzione e l’utilizzo di H2 a favore dei nuovi sistemi di mobilità pubblica e pesante e a favore delle aziende Venete: “Hydrogen Valley”.

La società H2C S.p.A condivide totalmente la visione di Toyota che individua nell’idrogeno il futuro della mobilità.
La stessa parola Mirai in giapponese significa futuro. Il vantaggio ambientale della guida della Toyota Mirai va oltre le emissioni zero fino alle “emissioni negative” – l’auto pulisce efficacemente l’aria mentre si muove grazie ad un innovativo filtro catalizzatore incorporato nella presa d’aria.

Un prima concreta testimonianza, che solca le strade del Veneto, di come questa tecnologia applicata sia la prova di un nuovo futuro energetico possibile.

Share




Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

129 q 0,233 sec