11/12/2012             
Il tappo di plastica: piccolo nel formato, grande nel sociale grazie al progetto Amico dell’Ambiente

Il tappo di plastica: piccolo nel formato, grande nel sociale grazie al progetto Amico dell’Ambiente


Dai tappi di plastica centinaia di cassette per l'ortofrutta 100 % ecofriendly


Quante volte buttiamo via una bottiglia di plastica, senza pensare all’enorme valore che persino il tappo di quel contenitore può acquistare se raccolto e riciclato? Ognuno di quei tappi potrebbe infatti, grazie ad Amico dell’Ambiente e Gruppo icat, diventare una cassetta per l’ortofrutta 100 % ecofriendly.

Amico dell’Ambiente è un progetto ideato da Gruppo icat, un’agenzia di comunicazione e marketing di Padova e realizzato in collaborazione con l’imprenditore padovano Giovanni Giantin, da sempre sensibile alle tematiche ambientali e al tema del recupero e riutilizzo plastico tramite il riciclo. Giantin cominciò la sua battaglia contro lo spreco quando aveva 13 anni e raccoglieva le cassette di plastica e di legno che i fruttivendoli di Padova gettavano via.

L’iniziativa si propone prima di tutto di sensibilizzare ed educare le scuole e le famiglie alla cultura del riciclo ed  alla raccolta dei tappi di plastica, dai quali vengono realizzate delle pratiche cassette di plastica con il logo dell’iniziativa. Una novità assoluta in Italia.

Queste cassette, fatti al 100% di tappi di plastica riciclati, possono essere certificate per ortofrutta e sono quindi perfettamente compatibili ed adatte come imballaggio per il settore ortofrutticolo.

Sono già 30 i raccoglitori distribuiti nelle scuole e anche nell’ospedale della città e la plastica raccolta viene ripagata a peso ai partecipanti al progetto, circa 18 centesimi al chilo. Il ricavato viene poi devoluto alle associazioni e scuole partecipanti al progetto, circa 50 in tutto.

“Tutto questo è a puro vantaggio dell’ambiente e del risparmio energetico, basti pensare che il rapporto del costo energetico raccolta e riutilizzo contro la produzione ex novo di materiali plastici è di 1 a 10” puntualizza Andrea Colasio, Assessore alla Cultura del Comune di Padova.
I numeri. Amico dell’Ambiente, nato nel 2007, ha raccolto 1470 quintali di tappi nel 2011 (pari a 94 milioni di unità) dando così la possibilità di finanziare le associazioni e le scuole aderenti con 30.000 euro, e ben 1090 quintali (450.000 tappi al giorno) nei primi otto mesi del 2012. L’obbiettivo per il futuro è di arrivare a quota 1600 quintali.

Per coinvolgere, informare e sensibilizzare le scuole al riciclo dei tappi di plastica, Amico dell’Ambiente organizza delle visite guidate per gli alunni di scuole materne, elementari e medie presso Plastic Nord e Imball Nord, le aziende che si occupano di lavorare il materiale plastico raccolto.

“L’informazione e la presa di coscienza dell’importanza del riciclo e del rispetto dell’ambiente sono essenziali e estremamente importanti” spiega Claudio Capovilla, Direttore di Segreteria e Presidente dal 1990 del Gruppo icat, in modo che la raccolta e del riciclo dei tappi di plastica diventi un fenomeno culturale e sociale con anche la partecipazione attiva delle famiglie e dei privati.

Siti Internet: www.amicoambiente.it  www.imballnord.it  www.plasticnord.it

Irene Cafagna

FacebookGoogle+Google GmailEvernoteTwitterWhatsAppDeliciousOutlook.comPinterestPrintFriendlyCondividi/stampa




78 q 0,863 sec