Addio plastica   
Arriva SacchETICO la shopper completamente compostabile

Arriva SacchETICO la shopper completamente compostabile


Il Comune di Padova: “Basta con le vecchie buste di plastica: vanno tutte sostituite con sacchetti biodegradabili e totalmente compostabili”


Padova esempio nazionale per le  buone pratiche ambientali. E’ quanto succederà con l’operazione SacchETICO, secondo l’assessore ambientale del Comune Ivo Rossi, l’ Ascom, Confersercenti e Coldiretti, Assobioplastiche, Novamont, Acegas, Sisifo, che altri non sono che gli attori dell’operazione stessa.
Di cosa si tratta
E’ un’iniziativa che ha come obiettivo quello di eliminare dalla faccia della (nostra) terra la vecchia plastica, per sostituirla con prodotti completamente compostabili, cioè assorbibili in toto dall’ambiente diventando fertilizzante nuovo, come efficacemente recita lo slogan: “Dalla terra alla terra”.
Un’operazione a due tempi: da marzo a giugno la campagna informativa, in cui il Comune comunicherà ai padovani la necessità di usare sempre i sacchetti compostabili per la raccolta dei rifiuti umidi. In questo periodo i commercianti avranno l’onere (conformemente alla legge approvata il 28 marzo del 2012 e successivamente rafforzata nell’ottobre dello stesso anno)  e l’onore di vendere le loro merci attraverso le nuove shopper compostabili rafforzando così nei cittadini l’uso del nuovo sacchetto. “Dopo l’estate” rivela Ivo Rossi “si spera che la maggior parte dei commercianti padovani abbia gettato le vecchie buste e usi stabilmente il sacchetto compostabile”.
Ma i sacchetti biodegradabili non sono già in uso in tutti supermercati da un paio d’anni?
“Intanto bisogna chiarire che biodegradabile è un termine piuttosto vago: indica qualcosa che si dissolve nell’ambiente senza specificare in quanto  tempo – potrebbe trattarsi  di decenni se non centinaia di anni –  mentre compostabile è il sacchetto conforme allo standard UNI EN 13432, prodotto in Mater-Bi o simili, in grado di compostarsi in un ciclo di 20 giorni al massimo” Spiega Giuseppe Lanzi di Sisifo “In secondo luogo, l’adozione degli shopper compostabili è già in uso si, ma solo nei grandi supermercati: i piccoli negozi di quartiere invece non si sono mai adeguati alla normativa e tendono ancora a vendere le merci utilizzando i vecchi sacchetti di plastica”.
Italiani pronti a  ripudiare i ”vecchi” sacchetti inquinanti
E’ ora di girare pagina, insomma, anche perché, secondo l’Istituto Mannheimmer gli italiani sono pronti a mettere definitivamente al bando la plastica e le plastiche –  le stesse che hanno fluttuano indisturbatamente in enormi isole nei nostri oceani: il 90% degli intervistati infatti ritiene la legge sulle buste per la spesa un doveroso passo avanti per la tutela dell’ambiente e il 76% concorda sull’anticipazione delle sanzioni  – recentemente approvata dal Parlamento  –  per chi non rispetta la norma.
Incentivi a chi rottama le vecchie borse di plastica
All’interno della campagna promossa dal Comune è prevista anche l’operazione rottamazione: grazie all’accordo con Novamont – che produce le shopper compostabili – i commercianti padovani potranno acquistare i sacchetti con un 20% di sconto, e, conferendo le buste di plastica rimaste in magazzino, beneficiare di un ulteriore sconto dl 10%.
“Il nostro augurio è che Padova faccia da apripista a questo nuovo uso consapevole delle buste in Mater-bi” conclude Armido Marana, vicepresidente di  Assobioplastiche, l’associazione che riunisce tutti i produttori di bioplastiche non solo a livello nazionale ma anche internazionale: “Attualmente l’Italia è considerata leader al mondo per lo studio e la produzione di bioplastiche e lo sviluppo di questo settore può non solo giovare all’ambiente ma anche creare tantissimi nuovi posti di lavoro”.
Novamont, l’azienda novarese  produttrice dei sacchetti in Mater-bi, è leader nella produzione di materiali e bio-chemicals attraverso l’integrazione di chimica e agricolture (le shopper compostabili sono fatte con il  mais). Con 250 dipendenti ha chiuso il 2011 con  un fatturato di 160 milioni di euro, con un costante investimento in ricerca e sviluppo, e ha registrato circa 1000 brevetti. I suoi prodotti vengono distribuiti in Germania, Francia, Benelux, Scandinavia,  Danimarca, UK, Stati Uniti, Cina, Giappone, Australia e Nuova Zelanda.

www.facebook/sacchetico
www.novamont.com
www.sisifo.eu

Silvia Pasti

FacebookGoogle+Google GmailEvernoteTwitterWhatsAppDeliciousOutlook.comPinterestPrintFriendlyCondividi/stampa




79 q 0,880 sec